La Bibbia in forma di storie per bambini e ragazzini

Questa storia (2) è una traduzione dal libro: The Bible Story Told to our Children, di John Vreugdenhil, che racconta la Bibbia in forma di storie per bambini, da Genesi ad Apocalisse. Abbiamo tradotto qualche storia, per il vostro uso. Stiamo valutando di tradurre molto, se non tutto, di questo libro (ha tre volumi). Fateci sapere se la trovate utile.

Per stampare questo insegnamento, suggeriamo che torni in dietro e scegli la versione PDF, che è già impaginata da stampare.

Si usa Ctrl +   e  Ctrl -  per cambiare la grandezza dei caratteri

email questo link

Storia 2: Adamo ed Eva
Genesi 1 & 2

Storia per l'incontro dei ragazzini, tradotto da Marco deFelice, per sabato, 18 settembre, 2009, www.aiutobiblico.org.

Nell'ultima storia, abbiamo parlato della creazione del mondo. Abbiamo detto che il Signore ha creato la terra e cieli, ha creato la luce e il firmamento, le montagne e il mare, gli alberi e le piante, il sole, la luna e le stelle, gli uccelli e i pesci, e tutti gli animali.

Qualcuno di voi sa di quale parte della creazione non abbiamo parlato?

Non abbiamo parlato della creazione dell'uomo. Oggi vogliamo parlare proprio di questo.

Ricordate in quanti giorni l'Eterno aveva creato tutto?

--------------- Giusto, sei giorni.

Alla fine del sesto giorno, dopo aver creato tutte le altre cose, Dio ha creato l'uomo. Qualcuno si ricorda che cosa aveva fatto Dio per creare le altre cose? Come aveva creato tutte le altre cose?

---------- Dio aveva solamente detto una parola: la semplice parola di Dio aveva il potere di creare tutto, istantaneamente, Dio non ha avuto bisogno di fare niente altro.

Però, quando Dio creò l'uomo, fece di più che solo parlare.

Leggiamo insieme dalla Bibbia quello che Dio fece. Vediamo insieme Genesi 1:

“26 Poi DIO disse: "Facciamo l’uomo a nostra immagine e a nostra somiglianza, ed abbia dominio sui pesci del mare, sugli uccelli del cielo, sul bestiame e su tutta la terra, e su tutti i rettili che strisciano sulla terra". 27 Così DIO creò l’uomo a sua immagine; lo creò a immagine di DIO; li creò maschio e femmina. 28 E DIO li benedisse e DIO disse loro "Siate fruttiferi e moltiplicatevi, riempite la terra e soggiogatela, e dominate sui pesci del mare, sugli uccelli del cielo e sopra ogni essere vivente che si muove sulla terra".” (Genesi 1:26-28 LND)
“4 Queste sono le origini dei cieli e della terra quando furono creati, nel giorno che l’Eterno DIO fece la terra e i cieli. 5 Non vi era ancora sulla terra alcun arbusto della campagna e nessuna erba della campagna era ancora spuntata, perché l’Eterno DIO non aveva fatto piovere sulla terra e non vi era l’uomo che coltivasse il suolo. 6 Ma dalla terra saliva un vapore che irrigava tutta la superficie del suolo, 7 Allora l’Eterno Dio formò l’uomo dalla polvere della terra, gli soffiò nelle narici un alito di vita, e l’uomo divenne un essere vivente. 8 Poi l’Eterno DIO piantò un giardino in Eden, ad oriente, e vi pose l’uomo che aveva formato.” (Genesi 2:4-8 LND)

Avete notato Genesi 2:7? L'Eterno Dio formò l'uomo dalla polvere della terra, gli soffiò nelle narici un alito di vita, e l'uomo divenne un essere vivente.

Capite il senso di questo? L'Eterno ha creato il corpo dell'uomo dalla terra normale, però, quel corpo era ancora morto, non aveva la vita. Poi è successo qualcosa di meraviglioso. L'Eterno soffiò nelle narici di quel corpo un alito di vita, e quel corpo fatto di terra iniziò a vivere. Quella terra è stata trasformata in carne e ossa. Vi rendete conto di quanto l'Eterno è potente? Ciò che è impossibile agli uomini è possibile a Dio! Gli uomini non possono dare vita, Dio si! In questo, vediamo che Dio è onnipotente.

Quando Dio soffiò nelle narici di quel corpo, l'anima entrò in quel corpo, e così il Signore creò la prima persona. Inoltre Dio diede a questo uomo anche un nome, che possiamo trovare nella Bibbia.

Il suo nome era Adamo. Adamo aveva sia un'anima che un corpo, diversamente da tutti gli animali, che non avevano un'anima.

Quando un animale, per esempio un cane, un gatto, o un uccello, muore, viene seppellito nella terra e rimane morto per sempre. Invece, quando un uomo muore, il corpo viene seppellito, ma l'anima non muore mai. L'anima rimane in vita per sempre. Forse questo è un po' difficile da comprendere, ma capirete qualcosa di più man mano che diventerete più grandi. Quello che è importante da capire è che quando una persona muore, quella la persona va o in cielo oppure all'inferno. Se quella persona durante la sua vita sulla terra ha ricevuto un nuovo cuore, la nuova nascita in Gesù Cristo, allora va in cielo. Se no, è brutto pensarci, ma se non ha ricevuto la nuova nascita in Gesù Cristo, quella persona va all'inferno, per sempre.

Pensare all'inferno è terribile. E quando voi morirete, cosa succederà con ognuno di voi? Esistono solamente due possibilità: ognuno di voi andrà o in cielo con Cristo Gesù, o andrà all'inferno per essere tormentato per sempre. Vedete, questa è la differenza fra gli uomini e gli animali.

Quando l'Eterno creò Adamo il sesto giorno, Adamo era perfetto, viveva una vita santa senza mai peccare. Adamo era il re della creazione. Tutti gli animali gli ubbidivano.

Immaginate a come era la vita di Adamo. Il mondo in cui viveva Adamo era un mondo vuoto? Assolutamente no, perché il Signore aveva creato un bellissimo giardino pieno di tanti alberi da frutto stupendi. Adamo poteva vivere e camminare dappertutto in questo bellissimo giardino. Qualcuno di voi sa il nome di questo giardino?

------- Giusto, il giardino di Eden.

Sapete qual era la responsabilità di Adamo in quel tempo? Egli doveva dare dei nomi a tutti gli animali. Immaginate la scena con me. Adamo stava lì in piedi e arriva una bestia grande, molto più grande di lui, e viene proprio verso Adamo. Ma Adamo non aveva paura, Adamo non aveva mai paura. Lui ha messo la mano sulla testa di questo animale e ha detto: “ Io ti do un bel nome, da ora in poi tu sarai chiamato leone.” Ad un altro animale, molto più piccolo, che aveva quattro zampe e una coda, Adamo diede il nome di “cane”. Ma perché ha dato ad un animale il nome “leone”, ad un altro il nome “cane”, e così per tutte le migliaia di animali che esistono?

Adamo ha dato il nome giusto ad ogni animale. Dio aveva creato Adamo estremamente intelligente. Così, Adamo era capace di dare il nome giusto ad ogni animale e a tutti gli uccelli. Dio ha portato tutti gli animali ad Adamo, e a ciascuno di essi Adamo ha dato il nome giusto. In questo modo, Dio stava mostrando ad Adamo che gli aveva dato il ruolo di dominare su tutta la terra. Dio aveva dato ad Adamo una vita veramente meravigliosa.

Però, una cosa gli mancava. Adamo era ancora solo. Ma, non è rimasto così. Ascoltiamo quello che l'Eterno disse in Genesi 2:18

“Poi l’Eterno DIO disse: "Non è bene che l’uomo sia solo; io gli farò un aiuto conveniente a lui".” (Genesi 2:18 LND)

Sapete quello che è successo?

Leggiamo i versetti 22 e 23.

“21 Allora l’Eterno DIO fece cadere un profondo sonno sull’uomo, che si addormentò; e prese una delle sue costole, e rinchiuse la carne al suo posto. 22 Poi l’Eterno DIO con la costola che aveva tolta all’uomo ne formò una donna e la condusse all’uomo.” (Ge 2:21-22 LND)

L'Eterno Dio fece cadere Adamo in un profondo sonno, un sonno così profondo che non si accorse di nulla di quello che Dio stava facendo. Adamo dormiva per terra, perché non aveva bisogno né di letto né di coperte. Mentre Adamo dormiva, Dio prese da lui una costola, e da quella costola formò la donna. Dopo di ciò, Adamo si svegliò, e l'Eterno gli portò la donna, e lei diventò sua moglie.

Da quel giorno, essi vivevano insieme, parlavano insieme, e avevano una bellissima vita insieme. Adamo era molto felice che non era più solo. Ora, aveva una moglie che poteva aiutarlo in tutto. Adamo diede a sua moglie un nome, la chiamò donna. In seguito, quella donna ha ricevuto un nome specifico, Eva.

Adamo ed Eva camminavano insieme nel loro giardino che era veramente un paradiso. Cantavano insieme con gioia.

Quando voi arrivate alla fine di una lunga giornata, come state?

---- Siete stanchi, vero? Invece Adamo e sua moglie non erano mai stanchi. Ognuno di voi è stato ammalato qualche volta. Adamo ed Eva non erano mai ammalati. Forse avete avuto qualche mal di denti o mal di testa. Adamo ed Eva non sapevano cosa fossero queste cose, perché stavano sempre bene, senza alcun male.

Forse qualche volta quando fa buio avete paura, ma quando diventava buio nel giardino di Eden, loro non avevano mai paura. Forse dei grandi tuoni ci fanno tremare. La Bibbia assomiglia la voce di Dio ad un grande tuono. Noi non comprendiamo la voce di Dio nella natura.

Invece, Adamo ed Eva sentivano Dio parlare, non avevano paura, e potevano capire tutto quello che Dio diceva loro. Ogni giorno, vivevano nella presenza dell'Eterno, camminavano con l'Eterno come amici.

Noi dobbiamo lavorare molto, i vostri genitori lavorano tanto per guadagnare i soldi per avere da mangiare e per avere la casa e i vestiti. Adamo ed Eva non avevano bisogno di vestiti, c'erano solo loro due, e non faceva freddo. Non dovevano mai comprare il cibo, perché quando avevano fame, c'erano sempre da mangiare dei frutti meravigliosi dappertutto nel giardino.

Adamo ed Eva furono permessi di mangiare da tutti gli alberi, tranne uno solo. Esisteva solamente un albero da cui non dovevano mangiare, il Signore aveva vietato solo quello. Leggiamo quello che Dio aveva detto ad Adamo in Genesi 2:15-17.

“15 L’Eterno DIO prese dunque l’uomo e lo pose nel giardino dell’Eden perché lo lavorasse e lo custodisse. 16 E l’Eterno DIO comandò l’uomo dicendo: "Mangia pure liberamente di ogni albero del giardino; 17 ma dell’albero della conoscenza del bene e del male non ne mangiare, perché nel giorno che tu ne mangerai, per certo morrai".” (Genesi 2:15-17 LND)

Tenete in mente che questo albero si chiamava l'albero della conoscenza del bene e del male.

Pensando alla loro situazione, vi faccio una domanda: era una cosa pesante non poter mangiare da quell'unico albero? Assolutamente no, perché avevano un giardino pieno di tantissimi alberi meravigliosi da cui potevano mangiare. Solamente da quell'unico albero non dovevano mangiare.

Sapete perché l'Eterno non voleva che mangiassero da quell'unico albero? Per aiutare loro a capire l'importanza di ubbidire sempre a Dio. Se i vostri genitori vi dicono di non fare qualcosa, è importante che ubbidite loro?

Il Signore non solo diede ad Adamo quest'unico comandamento, ma gli spiegò che se avesse disubbidito, ci sarebbe stata una bruttissima conseguenza: egli sarebbe morto. Anche oggi, quando non ubbidiamo a Dio, ci sono brutte conseguenze.

Dal testo biblico, comprendiamo che dopo che Dio aveva spiegato ad Adamo che non doveva mangiare da quell'albero, Adamo lo aveva spiegato ad Eva. Perciò tutti e due sapevano di quest'unico comandamento.

Quanto era benedetta e gioiosa la vita di Adamo e sua moglie! Oh se fosse rimasto così! Ma per il seguito dovete aspettare la prossima storia.

 

Domande:

Cosa fece di diverso Dio creando l'uomo da quello che aveva fatto creando tutte le altre cose?

---- Non disse solo una parola, ma fece più azioni.

In che modo l'uomo era molto diverso dagli animali?

--- Aveva un'anima. Quindi, l'uomo vive per sempre.

Il ruolo di Adamo sulla terra, era importante, o poco importante?

---- Era molto importante, doveva dominare su tutto.

Come possiamo riconoscere che Adamo era estremamente intelligente?

---- Ha dato un nome a tutti gli animali e a tutti gli uccelli.

Adamo aveva tutto, tranne una cosa. Che cosa gli mancava?

---- Un'altra persona.

Da che cosa Dio creò la donna?

---- Dalla costola di Adamo.

Che vita aveva Adamo ed Eva?

--- Una vita meravigliosa.

A quanti comandamenti dovevano ubbidire?

----- Solamente a uno, quello di non mangiare dall'albero della conoscenza del bene e del male.

E se avessero disubbidito, quale sarebbe stata la punizione?

---- La morte.

Perché questo comandamento serviva ad Adamo ed Eva?

---- Per aiutarli a capire l'importanza di ubbidire sempre a Dio.

 

email questo link