La Bibbia in forma di storie per bambini e ragazzini

Questa storia (5) è una traduzione dal libro: The Bible Story Told to our Children, di John Vreugdenhil, che racconta la Bibbia in forma di storie per bambini, da Genesi ad Apocalisse. Abbiamo tradotto qualche storia, per il vostro uso. Stiamo valutando di tradurre molto, se non tutto, di questo libro (ha tre volumi). Fateci sapere se la trovate utile.

Per stampare questo insegnamento, suggeriamo che torni in dietro e scegli la versione PDF, che è già impaginata da stampare.

Si usa Ctrl +   e  Ctrl -  per cambiare la grandezza dei caratteri

email questo link

Storia 5: Il mondo malvagio
Genesi 4-6

Storia no. 5 per bambini e ragazzini. Questa storia viene da www.aiutobiblico.org.

Se ricordate, nell'ultima storia abbiamo sentito di qualcosa di estremamente triste e terribile. Abbiamo sentito di due fratelli, i due figli di Adamo ed Eva, che offrivano un offerta a Dio. Il figlio più grande si chiamava Caino. Egli offriva un'offerta Dio diversa da quello che Dio aveva comandato. Il fratello minore, Abele, offriva quello che Dio aveva comandato, un sacrificio di un agnello, perché facendo così, egli riconosceva il proprio peccato e il suo bisogno del Salvatore che Dio aveva promesso di mandare.

Visto che Caino non ha fatto un sacrificio come Dio aveva comandato, Dio non accettò il suo sacrificio, e questo faceva arrabbiato Caino. Per questo, Caino cominciò ad essere geloso di suo fratello, e un giorno nel campo uccise Abele. Per questo, Dio ordinò a lui di essere una vagabonda, di non avere più pace a causa del suo peccato.

Vogliamo riprendere la storia da lì. Vi racconto la storia come se fossimo là con lui.

Vedete quel l'uomo che cammina da solo in mezzo ai campi. È molto agitato, e ha anche paura. Guarda a destra e a sinistra, e delle volte guarda anche indietro, ma va sempre avanti. Sta andando in un posto solitario. Chi è quest'uomo? Quest'uomo è un omicida! È Caino, che poco tempo fa avevo ucciso il suo fratello Abele. Abele non avevo mai fatto male a Caino eppure Caino lo aveva ucciso.

Ma perché? Perché Caino avevo ucciso Abele? Caino avevo ucciso Abele a causa dell'invidia, e la rabbia che aveva dovuto al fatto che l'Eterno non aveva accettato la sua offerta, mentre aveva accettato quello di Abele.

Questo era insopportabile per Caino! Egli era arrabbiato con Dio, arrabbiato con tutto, arrabbiato con Abele. Ecco perché avevo ucciso Abele. Però, Dio vede tutto, e aveva visto anche questo atto malvagio. E per questo Dio ha maledetto Caino. Caino aveva paura, e non voleva più tornare a casa ad affrontare i suoi genitori, e le sue sorelle. È scappato via per andare a vivere lontano da loro.

Ecco il motivo per cui lo troviamo tutto solo adesso. Che cosa gli passa per la testa, questo omicida del suo fratello?

il Signore gli aveva detto che non sarebbe ucciso dagli uomini, ma comunque aveva paura, ed era molto agitato. Era agitato a causa dei suoi peccati. La coscienza di Caino lo accusava, ricordandolo della malvagità delle sue azioni.

Ragazzine, anche voi avete paura ed siete agitati quando vi siete comportati male e siete stati disubbidienti. in quei momenti, avete una certa paura dentro l'anima, e non sapete nemmeno perché. Quando avete fatto del male, e vi trovate soli nel buio, avete paura. Non è così delle volte?

Anche Caino aveva paura, ma non sapeva perché. Quando è diventato notte, con il buio, si trovava tutto solo nei campi, solo con le sue paure, e con la sua ansietà.

O Caino, perché non ti umilia davanti a Dio e chiede perdono per il tuo peccato terribile? O Caino, torna a tuo padre tua madre e chiede perdono anche a loro. O ragazzini, Caino avrebbe dovuto fare così, ma non l'ha fatto, e questo è la cosa peggiore di tutto.

Quando voi avete fatto il male, quando avete disubbidito o fatto qualcos'altro di male, o siete stati cattivi, che cosa dovete fare? Dovete umiliarvi e chiede perdono prima da Dio, e poi dai vostri genitori.

Probabilmente Caino non ha dormito molto quella prima notte, perché la sua coscienza lo teneva sveglio. Ma quando fu mattina, e il sole brillava, probabilmente aveva meno paura. E da quel punto, ha smesso di pensare seriamente alla possibilità di mai tornare per chiedere perdono a Dio e ai suoi genitori. Egli cercava di non pensarci più.

Caino si è costruito una piccola casa, e anche un giardino per iniziare di nuovo a crescere le piante come prima. E così, tenendosi molto impegnato, cercava di dimenticare che era un omicida.

Ma è possibile che veramente si è dimenticato di essere omicida? No, è impossibile. Quando si metteva a dormire la notte, era impossibile non pensarci delle volte. In quei momenti, si ricordò del suo povero fratello steso per terra coperto con sangue. Però, Caino non voleva pensarci, perché pensandoci aveva paura. E quindi, cercavo di pensare ad altre cose, si impegnava a lavorare ancora di più per non dover pensarci.

Non sappiamo per quanto tempo Caino viveva da solo, ma sappiamo che ad un certo punto si è sposato. Visto che la sua famiglia era l'unica famiglia nel mondo, in quella prima generazione avrebbe sposato una delle sue sorelle. Dopo, quando si iniziavano ad avere altre persone, questo non era più necessario, e da allora si sposa sempre qualcuno da un'altra famiglia.

Ora che Caino avevo una moglie, cominciarono ad avere figli e figlie. Caino avevo tanto da fare, e non pensava più come prima a quel terribile omicidio che aveva commesso. Egli costruì una città, ma la parola della Bibbia per città non vuol dire una città come pensiamo noi. Piuttosto, la parola vuol dire un posto sorvegliato. Perciò, se lui avesse fatto una specie di muretto intorno alla sua casa, nella lingua della Bibbia potrebbe essere chiamato una città. Probabilmente, man mano ci furono altre case vicino alla sua, e così diventò più come una piccola città di oggi.

Quando i figli di Caino furono grande, anche loro si sposarono, e anche loro avevano figli. In questo modo, il numero di persone sulla terra fu sempre più grande. Tristemente, i figli e i nipoti di Caino erano persone lontani da Dio. Vivevano senza cercare Dio, senza dipendere da Dio, senza ringraziare e lodare Dio. Vivevano come se non fosse necessario dipendere da Dio per tutto. Quanto è terribile vivere così! Vivendo così, senza tenere gli occhi su Dio, diventarono sempre più malvagi.

Un discendente di Caino fu un uomo di nome Lamek, che si è sposato con due donne. I suoi figli erano molto bravi, uno, di nome Jabal, e cominciò a fare tende per vivere in campagna e curare animale. L'altro suo figlio si chiamò Jubal, e lui faceva flauti e la cetra, che è una piccola arpa, per suonare e ballare durante le notti.

Un altro figlio di Lamek era Tubalcain, e lui era un artefice di ogni sorte di strumenti di bronzo e di ferro, compreso armi, come spade e coltelli.

Un giorno, Lamek ha ucciso un giovane uomo ha fatto un po' di male a lui. Probabilmente usava uno delle spade o coltelli che il suo figlio aveva fatto. Lamake non era nemmeno triste per aver ucciso qualcuno, piuttosto, ne si vantava. Che malvagità. Voi mai vi vantate di aver fatto qualcosa di sbagliato? Quello dimostra un cuore veramente malvagio.

Ragazzini, quello che vediamo qua è che questi discendenti di Caino erano malvagi. Non avevano timore di Dio, non pregavano a Dio, non hanno chiesto a Dio di salvare loro e di dare loro un nuovo cuore. Io spero che voi non sarete così, ma che vorrete la salvezza che si ha solo in Gesù Cristo.

E tutto questo tempo, cos'era successo con Adamo ed Eva? Chiaramente, erano molto triste quando hanno trovato Abele morto nei campi. Ma Dio ha dato un altro figlio a loro al posto di Abele, a cui hanno dato il nome Seth. Poi hanno avuto tanti altri figli. Quando Seth è diventato grande, si è sposato e anche lui ha avuto tanti figli. Grazie a Dio, vari dei figli di Seth hanno avuto fede in Dio, e hanno chiesto a Dio di perdonare loro i loro peccati e di salvarli. Questi figli hanno avuto anche loro altri figli, e così il numero di persone sulla terra cominciava a crescere tanto.

Posso immaginare che spesso i figli e i nipoti e anche i pronipoti di Adamo ed Eva si trovavano a case di Adamo per ascoltarlo raccontare come era il mondo quando lui aveva vivevano nel giardino di Eden prima di aver peccato. Sicuramente, quando raccontava dal peccato, era molto triste, ricordando la sua disubbidienza a Dio, e come ha provocato la punizione per lui ed per Eva. Però, sicuramente Adamo raccontava anche a loro la promessa che Dio aveva dato di mandare il Salvatore, colui che avrebbe avuto la vittoria su Satana. Adamo avrebbe raccontato spesso l'importanza di chiedere a Dio perdono per i propri peccati.

Adamo raccontava queste cose per 600 o 700 anni.

Sicuramente, a voi sembra strano che Adamo aveva ha raccontato queste cose ai suoi discendenti per 600 o 700 anni! Non sarebbe già morto?

Normalmente, certamente una persona non vivrebbe così tanto. Nel mondo di oggi, 80 o 90 anni è già considerata vecchia. Ma non era così nel tempo di Adamo. Le persone vivevano centinaia di anni. Sapete quanti anni ha vissuto Adamo? 930 anni. Voi vorreste vivere così tanto? Ma non è più possibile. Ma per Adamo, vivendo così tanto ha potuto raccontare a tante generazioni dei suoi discendenti le cose di Dio.

C'era un uomo che non ha vissuto così tanto come Adamo. Il suo nome era Enoc. Egli era un uomo con molta fede in Dio. Ha riconosciuto di essere un peccatore, ed egli credeva che Dio avrebbe mandato il Salvatore per pagare i suoi peccati, come Dio aveva detto ad Adamo. Perciò, Enoc ha chiesto a Dio perdono per i suoi peccati, e fu salvato da Dio. Enok parlava con gli altri della salvezza per fede in Dio. Annunciava a loro il giudizio di Dio contro il peccato. Per questo, non fu apprezzato da tante persone, perché parlava del peccato. Mai lui non aveva paura delle persone, voleva piacere a Dio. Non sappiamo perché, forse perché le persone volevano ucciderlo, ma un giorno Dio ha portato Enok subito in cielo senza che dovesse passare per la morte. Che immenso privilegio, di andare direttamente in cielo. Questo è successo a Enok. Non succede normalmente.

Sapete chi era l'uomo più vecchio di tutti? Era un figlio di Enok, di nome Methuselah. Quando è morto, aveva 969 anni.

In realtà, il mondo fu diviso in due gruppi di persone. C'erano i discendenti di Caino, che erano persone malvagie, che non pregavano a Dio, perché non capivano i loro bisogni di lui, e poi, c'erano i discendenti da Seth. Questo secondo gruppo adorava Dio, e pregavo a lui, perché riconoscevano i loro bisogni di Dio.

Però, man mano che arrivavano nuove generazioni, i figli e i discendenti di Seth non erano più tanto attenti a seguire il Signore. I discendenti di Seth sono diventati amici dei discendenti di Caino. Quando i discendenti di Caino facevano cose sbagliate, parlavano in modo sbagliato, usavano brutte parole, si comportavano con cattiverie, man mano i discendenti di Seth cominciavano a fare le stesse cose. Infatti, ogni volta che noi abbiamo amicizia con le persone sbagliate, sarà una brutta influenza su di noi. Ragazzini, ricordatevi l'importanza delle vostre amicizie. La brutta compagnia corrompe buoni costumi, che vuol dire quando avete le amicizie sbagliate, sarà una brutta influenza per voi.

È molto importante che sceglete buoni amici, per tutta la vita perché i vostri amici saranno una grandissima influenza su di voi. Se avete amici che comincino a fare cose sbagliate, dovete cercare di convincere loro di cambiare, e se non cambiano, dovete voi cambiare amici.

I discendenti di Seth sono stati molto influenzati dal male. Quando cominciavano a passare il tempo con i discendi di Caino, cominciavano anche loro di vivere lontani dal Signore. Era terribile.

Dopo poco tempo, quasi tutto il mondo era piena di persone che non avevano più timore di Dio. Il mondo è diventato molto malvagio. E poi c'erano dei giganti, e tutti avevano timore di questi giganti. Il mondo era pieno di tanto peccato, di omicidio, di malvagità, le famiglie erano divise, era veramente terribile. Non c'era quasi nessuno che pregava a Dio. Quasi nessuno voleva il perdono per i loro peccati, non pensavano a Dio.

Ma Dio sapevo tutto questo. Egli sentiva tutte le parolacce, tutte le cattiverie, le menzogne, Egli vedeva tutto il peccato di tutti gli uomini. Ricordatevi che Dio vede anche tutti i vostri peccati.

Quando Dio ha visto che quasi tutto il mondo era pieno di uomini che non avevano più timore di lui, e non lo seguivano, Dio ha deciso di punire tutte queste persone per la loro malvagità. Ha deciso di non benedirli più con la vita. Ha deciso di uccidere tutte queste persone. Vi racconteremo di quello nella prossima storia.

Adamo ed Eva avevano altri figli, e anche questi avevano figli per conto loro. Dio ha dato loro un nuovo figlio ha posto di Abele, con il nome di Seth.

email questo link