un sermone da Aiuto Biblico

Un sermone
dal Pastore Marco deFelice

Preghiamo che questo sermone ti sarà di aiuto a conoscere di più Dio per mezzo di Gesù Cristo, aumentando la tua fede.

Per stampare questo sermone, suggeriamo che torni in dietro e scegli la versione PDF, che è già impaginata da stampare.

Si usa Ctrl +   e  Ctrl -  per cambiare la grandezza dei caratteri

email questo link

Efesini 5:28-33 – Mariti, parte 4

Sermoni di Marco deFelice, www.aiutobiblico.org per domenica, 26 febbraio, 2012 ---- cmd na -----
Parole chiave: marito, mariti, matrimonio, sposa, moglie, come amare la moglie, Cristo e la Chiesa

Non è per tutti però, quando sussiste, il rapporto umano più importante della vita è il matrimonio fra un uomo e una donna. Questo rapporto, creato da Dio, rispecchia il rapporto fra Cristo e la Chiesa. Quindi, capire come Dio intende il matrimonio è estremamente importante.

Per capire la volontà di Dio per il matrimonio, stiamo studiando i rapporti del marito e della moglie in Efesini 5. Negli ultimi sermoni, stiamo considerando il ruolo del marito. Leggo ancora Efesini 5:25-30:

“25 Mariti, amate le vostre mogli, come anche Cristo ha amato la chiesa e ha dato se stesso per lei, 26 per santificarla, avendola purificata col lavacro dell’acqua per mezzo della parola, 27 per far comparire la chiesa davanti a sé gloriosa, senza macchia o ruga o alcunché di simile, ma perché sia santa ed irreprensibile. 28 Così i mariti devono amare le loro mogli, come i loro propri corpi; chi ama la propria moglie ama se stesso. 29 Nessuno infatti ebbe mai in odio la sua carne, ma la nutre e la cura teneramente, come anche il Signore fa con la chiesa, 30 poiché noi siamo membra del suo corpo, della sua carne e delle sue ossa.” (Efesini 5:25-30 LND)

Abbiamo già considerato che la responsabilità più grande del marito è quella di curare sua moglie spiritualmente. Poi, nell'ultimo sermone, abbiamo considerato il senso di amare la moglie come il proprio corpo. Oggi, in quest'ultimo sermone sul ruolo del marito, vogliamo considerare alcuni modi pratici in cui il marito può amare la moglie come ama il proprio corpo. Quello che forniremo non sarà un elenco completo, ma servirà per aiutare ogni marito, presente e futuro, ad avere un'idea più pratica di cosa vuol dire amare la propria moglie, giorno per giorno.

Proteggere la moglie (Efesini 5:28)

Alla luce di come uno cura il proprio corpo ed alla luce di come Dio ha creato l'uomo e la donna e di come Cristo cura la Chiesa, una delle responsabilità più importanti del marito è quella di proteggere la moglie. Lei è come il vaso più debole, proprio come leggiamo in 1Pietro 5:7.

“similmente voi, mariti, vivete con le vostre mogli secondo conoscenza, come al vaso più debole, e onoratele perché sono coeredi con voi della grazia della vita, affinché le vostre preghiere non siano impedite.” (1Pietro 3:7 LND)

Quindi, il marito deve proteggere la moglie. Ci sono tanti aspetti di questa protezione. Consideriamone assieme alcuni.

Fisico

Il primo tipo di protezione che viene in mente è la protezione fisica. Il marito dovrebbe proteggere la moglie fisicamente. Certamente, questo comprende proteggerla, per quanto è possibile, contro gli uomini malvagi. Però, in realtà, la protezione fisica comprende tanti altri aspetti della vita.

Per esempio, un marito che ama la moglie sarà attento a notare se lei è stanca. Quando un marito scopre che la moglie è stanca, vuole aiutarla, vuole alleggerire il suo peso, per quanto ciò è possibile. In questi casi ci sono tanti modi in cui egli può curarla teneramente. Anzitutto, sempre per quanto possibile, egli può aiutarla a svolgere i suoi impegni. Se vede che la moglie è stanca, può suggerirle di lasciare tutto e riposarsi. Attenzione, però, che se il marito dice solo: “Cara, non preoccuparti, lascia tutto e vai a letto”, in realtà, potrebbe aggravare la sua situazione ancora di più anziché alleggerirla, perché, la mattina seguente, lei si troverà a dover svolgere tutto il lavoro del giorno presente ma anche quello non fatto del giorno passato.

Sarebbe molto meglio, allora, che il marito, non si limitasse soltanto a suggerire alla moglie di andare a letto prima, ma che si desse pure da fare per darle concretamente una mano, in modo che, il mattino seguente, lei non si ritroverebbe con tutto quel da fare.

Se è un periodo pesante per la moglie, il marito può cercare di proteggerla, aiutandola a capire come può ridurre certe responsabilità. Per esempio, visto che uno dei campi che richiede più tempo è la preparazione dei pasti, il marito potrebbe suggerire alla moglie di preparare pasti più semplici, per risparmiarle del tempo, aiutandola così a riprendersi. Inoltre, potrebbe suggerirle di mangiare più avanzi, risparmiando del tempo per lei. Spesso, una moglie non farebbe questo, se non incoraggiata dal marito a farlo.

Nella Bibbia, troviamo che il ruolo della moglie è principalmente quello di curare la famiglia e la casa. In Tito 2, notate quello che le donne anziane devono insegnare alle giovani mogli.

“3 Parimenti le donne anziane abbiano un comportamento conveniente a persone sante, non siano calunniatrici, non schiave di molto vino, ma maestre nel bene 4 per insegnare alle giovani ad amare i loro mariti, ad amare i loro figli, 5 a essere assennate, caste, dedite ai lavori di casa, buone, sottomesse ai propri mariti, affinché la parola di Dio non sia bestemmiata.” (Tito 2:3-5 LND)

La frase “dedite ai lavori di casa” è una traduzione di una frase greca che vuol dire, letteralmente, “guardiane della casa”. Il ruolo principale della moglie è in casa. Quindi, la tendenza che esiste nella nostra società e che vede tante mogli lavorare fuori di casa non segue i principi della Bibbia.

Pertanto, nel caso in cui una moglie lavora fuori casa, sarebbe importante, per il marito, osservare attentamente come sta, per proteggerla fisicamente ed anche spiritualmente. Se vede che lei è spesso stanca, dovrebbe fare del tutto per alleggerire il suo impegno. Ci sono tanti modi di fare questo. Per esempio, potrebbe vedere se è possibile, facendo dei sacrifici, ridurre le spese a sufficienza in modo tale da non doverla costringere a lavorare o, almeno, in maniera tale da poterla far lavorare part-time.

Un modo per fare questo consiste, da parte del marito, nell'impegnarsi, se ve ne è concretamente la possibilità, nel cercare un altro lavoro che permetterebbe alla moglie di restare a casa o, almeno, di lavorare meno ore.

Chiaramente, l'amore spingerà il marito a sacrificarsi per aiutare di più in casa, per alleggerire il peso della moglie. Se ci sono figli, il marito dovrebbe guidare le cose in casa in modo che i figli imparino ad aiutare molto di più, alleggerendo così il peso che la moglie deve portare. In questo caso, non basta per il marito dire che le cose devono andare così, ma dovrà essere egli stesso a preoccuparsi di guidare ed addestrare i figli in questo ruolo. In realtà, è importante che il marito guidi così i propri figli, a prescindere dal fatto che la moglie sia stanca o meno, perché questo impegno è estremamente importante per la loro sana crescita. Un marito che lascia i figli giocare tranquillamente quando la moglie è stanca ed indaffarata sta mancando molto nell'amore per lei.

Può essere anche il caso che la moglie è stanca perché cerca di fare troppo. Ci sono mamme che credono che, per essere una buona mamma, devono fare tutto per i figli e stanno sempre a corrergli dietro. Certamente, un piccolo bimbo, di uno o due anni, avrà bisogno di aiuto in tante cose. Però, già da piccolo, un figlio dovrebbe imparare a giocare da solo. Se la coppia ha figli e la moglie non comprende questo, è importante, per il marito, aiutarla a capire che fare tutto per i figli ed essere sempre disponibile per loro, al punto da non avere tempo per curare se stessa, non è una cosa che contribuisce al loro bene.

Riassumendo, un marito che ama sua moglie si impegnerà a curarla fisicamente, aiutandola a non avere un peso troppo grande da sopportare. Soprattutto, questo richiede un cuore attento ad osservarla ed ascoltarla, per capire quando lei è stanca e poi un impegno ad aiutarla per quanto ciò sia realisticamente possibile.

Nei rapporti

Un altro campo in cui il marito dovrebbe proteggere la moglie è nei rapporti che lei ha con gli altri. Se un rapporto è negativo per lei ed ha su di lei una cattiva influenza o, peggio, le arreca o può arrecarle del male, il marito dovrebbe intervenire per aiutarla in quel rapporto.

Per esempio, a volte la moglie può essere molto criticata o trattata male dalla suocera, la madre del marito.

In questo caso, è responsabilità del marito intercedere per proteggere sua moglie, la donna più importante della sua vita. Come esempio, se la madre di lui parla male della moglie, il marito dovrebbe prendere una posizione molto forte con la madre, facendole capire che egli non le permetterà di parlare così di sua moglie. Dovrebbe comunicarle che l'unica condizione alla quale lui continuerà a restare in contatto con la madre è se lei tratta sua moglie con onore e gentilezza. Egli dovrebbe essere rispettoso, ma molto fermo. Se serve, egli dovrebbe perfino rompere o interrompere i rapporti con la madre, finché lei non comincia a rispettare veramente sua moglie. Egli dovrebbe proteggere sua moglie ad ogni costo. Una parte di questo consiste nell'aiutare la propria moglie a guardare a Cristo, un' altra parte richiede invece di intervenire per lei.

Se la moglie ha un amicizia che influisce su di lei in senso negativo, il marito dovrebbe intervenire per aiutarla a riconoscere che non è un buon rapporto e dovrebbe anche aiutarla a cercare un'altra amica, una che può rappresentare, per lei, un'influenza positiva. Allo stesso tempo, egli dovrebbe essere sicuro che sta passando abbastanza tempo con lei.

Questi sono alcuni esempi di come il marito dovrebbe proteggere sua moglie nei suoi rapporti.

Spirituale

La protezione più importante che un marito dovrebbe avere per sua moglie è la protezione spirituale. Certamente, le altre forme di protezione influiscono sulla condizione spirituale, ma, in questo ambito, voglio parlare proprio della protezione spirituale in modo più specifico. Ma come può un marito proteggere sua moglie spiritualmente?

Ogni credente e, perciò, ogni moglie, affronta tanti pericoli spirituali ogni giorno. Visto che anche il marito affronta tanti pericoli, egli non deve pensare di essere forte a tal punto da riuscire ad aiutare la propria moglie con le sue sole forze e come gli sembra meglio. Piuttosto, egli deve capire che entrambi sono bisognosi dell'aiuto di Dio. La sua cura e protezione consisterà soprattutto nell'aiutarla a ricevere quell'aiuto che le è necessario da Dio.

Uno dei pericoli spirituali più comuni sono i ragionamenti sbagliati. Un marito dovrebbe valutare i propri ragionamenti ed anche quelli della moglie. Spesso, può essergli utile chiedere aiuto a chi è più maturo di lui, in modo da poter riconoscere eventuali ragionamenti sbagliati.

Quando riconosce un ragionamento sbagliato, ogni marito dovrebbe aiutare la propria moglie a riconoscerlo e a riconoscere la verità di Dio che lo sostituisce.

Un altro modo fondamentale in cui un marito può proteggere la propria moglie consiste nel pregare con lei e nel pregare per lei, come dovrebbe pregare anche per se stesso. Abbiamo sempre bisogno di Dio e la preghiera è il mezzo che Dio ci dà per ricevere il Suo aiuto.

Un marito può proteggere la moglie spiritualmente impegnandosi a provvedere per lei e per se stesso un buon insegnamento, principalmente dalla chiesa, ma anche quello che proviene da buoni libri.

Inoltre, leggere regolarmente la Bibbia insieme è una protezione spirituale che serve ad ogni famiglia.

Poi, un altro aspetto della protezione spirituale che il marito dovrebbe dare alla moglie è di proteggerla dai peccati del marito. In altre parole, se il marito pecca e non riconosce il suo peccato, questo è un grave pericolo per la moglie. Notate il comandamento in Colossei 3:19:

“mariti, amate le mogli e non v’inasprite contro di loro.” (Colossesi 3:19 LND)

Se il marito si inasprisce contro la moglie, facilmente la spinge verso lo scoraggiamento e la tristezza spirituale, ma anche ed in vari modi verso il peccato. Perciò, una delle protezioni spirituali più grandi che il marito può avere per sua moglie è quella di camminare in umiltà davanti a Dio e non inasprirsi contro di lei. Quindi, la protezione spirituale è vitale!

Proteggere il suo Onore.

Un altro tipo di protezione che il marito dovrebbe avere per sua moglie è quello di proteggere il suo onore. 1Pietro 3:7 insegna ad ogni marito di onorare la propria moglie.

Consideriamo un esempio di questo. Nel mondo di oggi, la donna viene vista come un oggetto da desiderare. La società mette moltissima enfasi sulla bellezza fisica della donna, anziché su chi ogni donna è come persona. Per la società, ogni donna è un oggetto che tutti gli altri possono godere visivamente. Invece, la Bibbia insegna che il corpo della moglie è esclusivamente per suo marito, non solo fisicamente, ma anche da guardare.

Visto l'andazzo del mondo in questo, tante ragazze crescono, cercando di essere belle, senza rendersi veramente conto che quello che a loro sembra essere solo un modo di venire apprezzata, in realtà rappresenta un modo impuro di apprezzare da parte degli uomini.

Un uomo capisce molto meglio di una donna che la maggioranza dei vestiti delle donne sono fatti per mettere in evidenza il corpo di lei. Spesso, quello che il mondo chiama moda femminile è finalizzata proprio ad evidenziare il corpo della donna. Solitamente, una donna non capisce l'effetto che i suoi vestiti, ovvero, il suo corpo, hanno sugli uomini.

Essendo uomo, il marito capisce quando i vestiti della moglie la disonorano davanti ad altri uomini. Troppo spesso, egli pecca contro la moglie, non aiutandola a proteggere il suo onore.

Il vero amore da parte del marito lo spinge ad aiutare sua moglie a capire quali sono i vestiti che possono farla desiderare ad altri uomini. Chiaramente, il marito dovrebbe anche proteggere l'onore di eventuali figlie che ha e, altrettanto chiaramente, egli non dovrebbe apprezzare con i suoiocchi i corpi di altre donne.

Mentre sto parlando di questo, vorrei anche sottolineare il fatto che il buon padre di famiglia dovrebbe pure aiutare eventuali figli maschi ad imparare l'importanza di onorare le donne e a non vederle come oggetti da desiderare e come schiave, utili solo al loro servizio.

Quindi, il marito dovrebbe proteggere l'onore della moglie anche in questo campo.

Questi sono solo alcuni dei modi in cui il marito dovrebbe proteggere la moglie, il che fa parte del suo amore per lei. Dovrebbe proteggerla spiritualmente, dovrebbe proteggerla fisicamente, dovrebbe proteggerla da chi la tratterebbe male e dovrebbe proteggere il suo onore.

Si dimostra amore sacrificando se stessi.

A questo punto, avendo visto vari modi in cui il marito può amare la moglie proteggendola, vorrei passare ad alcuni altri modi pratici in cui il marito può amare sua moglie. Quelli che seguono sono esempi di come il marito può amare sua moglie come il proprio corpo, curandola teneramente.

Nutrire vero amore vuol dire sacrificarsi per l’altra persona. Vediamo questo nell’esempio di Gesù Cristo. Allora, un modo pratico di amare la moglie è di sacrificarsi per lei.

Facciamo un piccolo esempio: il marito torna dal lavoro, stanco, con tanta voglia di rilassarsi davanti al computer. La moglie è stata da sola con i bambini tutto il giorno. Lei ha tanta voglia di parlare insieme al marito. E, sia chiaro,NON insieme e davanti alla televisione o al computer, perché vorrebbe la piena attenzione del marito. Il marito dimostrerebbe concretamente il suo amore sacrificando i suoi desideri per curarla.

Amore è condividere la vita con lei

Un altro modo importantissimo per un marito di amare ed onorare la moglie è di condividere la sua vita, il suo cuore ed i suoi pensieri con lei. Quanto è importante aprire a lei il suo cuore!.

Se il marito non si apre con sua moglie, se non condivide con lei il suo passato, i suoi sogni, i suoi pensieri, allora la moglie si sentirà giustamente esclusa da un rapporto intimo, si sentirà un’estranea per lui. In tal caso, non può sentirsi veramente amata, perché egli manca d'amore nei suoi confronti.

Il vero amore, da parte del marito, comprende il condividere il suo cuore con la moglie. Vediamo questo in Giovanni 15:15, nel rapporto di Gesù con i Suoi discepoli. Ve lo leggo:

“io non vi chiamo più servi, perché il servo non sa ciò che fa il suo padrone; ma vi ho chiamati amici, perché vi ho fatto conoscere tutte le cose che ho udito dal padre mio.” (Giovanni 15:15 LND)

Perciò, mariti, ricordatevi che un aspetto del vero amore per la moglie è, per il marito, di aprirsi con lei, condividere il suo cuore con lei, le sue paure, i suoi sogni! Questo aiuta molto ad unire la coppia.

Si ama non paragonando lei ad altri

Un altro aspetto del vero amore che un marito può avere per la propria moglie è di non paragonarla mai con altre persone, soprattutto in senso negativo.

Un esempio di un paragone che ferisce, anziché edificare, sarebbe quello di affermare che qualcun altro è più brava di lei in questo o quel campo, come quando si dice, per esempio: “La moglie del mio amico Giorgio cucina questo piatto meglio di te.” Tale commento fa solo male e non è costruttivo da nessun punto di vista.

Marito, dovresti assolutamente evitare di paragonare tua moglie con altre donne, sia nel tuo cuore, sia con le tue parole. Piuttosto, ringrazia Dio del continuo per per la preziosa moglie che ti ha dato!

Dio non fa paragoni fra noi ed altri credenti, ma ciascuno è giudicato per conto suo. Seguiamo il Suo esempio.

Amare è averla al primo posto

Un aspetto fondamentale nell'amore verso la propria moglie è di amarla più di qualunque altra persona. Certamente, dobbiamo amare Dio più di ogni altra cosa, ma fra gli essere umani, la moglie deve avere il primo posto, il che significa che bisogna amarla prima dei genitori, prima dei figli e prima di qualsiasi altra persona. Inoltre, lei deve venire prima del tuo lavoro, prima dello sport, prima di qualunque attività tua. Non basta solo dirle questo, ma è importante dimostrarlo nelle tue decisioni.

Questo non vuol dire che la coppia vive egoisticamente, cioè che due coniugi conducono la loro esistenza pensando solo a loro stessi. Il matrimonio è fatto per glorificare Dio e per impegnarsi insieme per la gloria di Dio ed il bene degli altri. Però, il marito dovrebbe amare la moglie più di ogni altra persona.

Marito, per aiutarti a capire se ami tua moglie, ti faccio qualche domanda. Ovviamente, ci sono tante altre domande simili a queste:

Che cosa ti importa di più? Tua moglie o i tuoi figli? Ascoltare quello che tua moglie ha nel suo cuore o fare l’amore con lei? Soddisfare i tuoi desideri o provvedere per i suoi bisogni? Pregare con tua moglie o pregare con altre persone? Ascoltare le opinioni di altri o di tua moglie? Aiutare altri o aiutare tua moglie?

La Chiesa è l'amore di Cristo. Beato quel marito che ama la moglie così, più di ogni altra persona!

L'Amore usa tenerezza, rispetto e gentilezza

Un altro aspetto dell'amore per la moglie si manifesta dimostrandole tanta tenerezza, tanto rispetto e tanta gentilezza. Vi leggo qualche versetto.

Mariti, amate le vostre mogli, e non v’inasprite contro di loro. (Colossesi 3:19 LND)
4 L’amore è paziente, è benevolo; l’amore non invidia; l’amore non si vanta, non si gonfia, 5 non si comporta in modo sconveniente, non cerca il proprio interesse, non s’inasprisce, non addebita il male, (1 Corinzi 13:4-5 LND)
“Similmente voi, mariti, vivete con le vostre mogli secondo conoscenza, come al vaso più debole, e onoratele perché sono coeredi con voi della grazia della vita, affinché le vostre preghiere non siano impedite.” (1Pietro 3:7 LND)

Vi do qualche esempio pratico di questo.

a. Per onorare la moglie, non criticarla mai davanti agli altri. Non scherzare di lei in modo negativo, anche se è solo uno scherzo. Se lei sbaglia davanti agli altri, non evidenziarlo davanti a loro, ma solo dopo, da soli, e farlo soltanto se è veramente necessario.

b. Non parlare in modo brusco, ma farlo con tanta cortesia.

c. Trattala come se fosse un gioiello prezioso, come uno strumento delicato e costoso, anziché come qualcosa di poca importanza. Dimostrale quanto è preziosa per te. Se non ti sembra tanto preziosa, trattala così comunque e vedrai che differenza farà nella sua vita.

Dimostrare tanto apprezzamento e lode

Un altro modo di amare la moglie è quello di dimostrare grande apprezzamento per lei e di lodarla. Leggo Proverbi 31:28,29:

“28 I suoi figli si levano e la proclamano beata; anche suo marito ne fa l’elogio, dicendo: 29 "Molte figlie hanno compiuto cose grandi, ma tu le sorpassi tutte quante".” (Proverbi 31:28-29 LND)

Uomo, se vuoi una moglie migliore, concentrati sui suoi pregi, anziché sui suoi difetti. Impara a dimostrarle un vero e sincero apprezzamento e a lodarla.

Che cosa serve per poter fare così? Per prima cosa, bisogna imparare ad osservarla attentamente per notare le tante cose per cui puoi dimostrarle vero apprezzamento. Certo, un uomo egoista ed orgoglioso potrebbe non notare cose buone, però, ti assicuro che, se guardi attentamente, ci saranno tante cose per cui puoi dimostrare apprezzamento.

Ad esempio, nota le cose che fa per te, come i pasti che cucina, come pulisce la casa, come lava i tuoi vestiti, ecc. Dimostrale apprezzamento per queste cose. Inoltre, nota altre cose, per esempio, i suoi pensieri, i suoi suggerimenti, le sue opinioni, le sue preghiere ed altre qualità che ha. Impara a dimostrarle apprezzamento per tutte le sue qualità positive.

Di solito, noi uomini siamo molto mancanti nel ringraziare e lodare le nostre mogli. Però, l’uomo che fa questo aiuterà sua moglie a crescere nelle sue qualità positive, per diventare sempre di più una benedizione per il marito stesso.

Quando ci sono figli

Una grande parte di come amare la moglie è di prendere la guida nella crescita dei figli. In questo campo, è facile per il marito essere egoista, lasciando gran parte della responsabilità alla moglie. Invece, nella Bibbia, Dio dà i comandamenti per la crescita dei figli al padre.

Quindi, per amare la propria moglie, un marito dovrebbe impegnarsi di cuore a guidare e ad allevare i figli. Deve tenere conto delle capacità sue ed anche di quelle della moglie. Guidare non vuol dire fare tutto.

Egli dovrebbe prendere la guida, non lasciando il peso alla moglie. Deve tenere conto delle capacità di entrambi. Non deve essere un dittatore, ma deve parlarne insieme a lei, per essere uniti di cuore negli intenti da perseguire e raggiungere. Se non siete uniti, potrebbe essere buono chiedere consiglio a chi ha più esperienza e saggezza, pure perché può anche darsi che tua moglie non sia d'accordo con te perché sei tu che sbagli.

Dio volendo, avrò molto di più da dire per quanto riguarda la crescita dei figli nei prossimi sermoni. Comunque, tenete in mente che un aspetto importante dell'amore del marito per la moglie è di essere molto coinvolto con i figli e la loro educazione.

Imitate i mariti buoni

Prima di chiudere, vorrei menzionare che il metro dell'amore che il marito deve aver per la propria moglie è Gesù Cristo stesso. Gesù è Dio incarnato. Egli è perfetto. Gesù è il metro da imitare.

Però, visto che Cristo non è fisicamente con noi, è utile osservare altri mariti che assomigliano a Cristo più di quanto Lo assomigli tu. Si può imparare molto da altri!

Personalmente, traggo molto beneficio, da anni, osservando altri mariti, per riconoscere ciò in cui sono mancante e come posso amare Serena di più. Quindi, voglio incoraggiare ogni marito ad osservare altri mariti, per riconoscere eventuali campi in cui può crescere.

Conclusioni

In realtà, ci sarebbe molto di più da dire, ma il mio scopo non è tanto di insegnarvi ed enunciarvi ogni modo di amare vostra moglie, il che sarebbe praticamente impossibile, ma di aiutarvi ad avere più a mente quanto questo è un impegno che riguarda la vita di tutti i giorni.

È importante che ogni marito ricordi che il matrimonio è un tipo, ovvero un simbolo, del rapporto fra Cristo e la Chiesa, che è il Suo corpo. Infatti, Paolo conclude questo discorso, in Efesini 5, citando Gesù, che, a Sua volta, citava Genesi. Leggo Efesini 5:31.

31 "Perciò l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie, e i due diverranno una sola carne". (Efesini 5:31 LNR)

Nel piano di Dio, un uomo trova la donna giusta per lui, lascia la sua famiglia, si unisce a sua moglie e i due diventano una sola carne. Tutto questo parla molto più che del rapporto intimo fra marito e moglie e parla appunto di un'unione che rispecchia quella fra Gesù Cristo e il Suo corpo, la Chiesa. Nel piano di Dio, è un'unione indissolubile. Nella società in cui viviamo, per un uomo e una donna che decidono di convivere, il matrimonio è un qualcosa di facoltativo ed è un qualcosa che si può tralasciare di sottoscrivere e rispettare. Nel piano di Dio, esso è invece il rapporto che Egli intende fra l'uomo e la donna e dovrebbe durare per tutta la vita.

Prego che i nostri matrimoni possano rispecchiare sempre di più il rapporto fra Cristo e la Chiesa!

email questo link