un sermone da Aiuto Biblico

Un sermone
dal Pastore Marco deFelice

Preghiamo che questo sermone ti sarà di aiuto a conoscere di più Dio per mezzo di Gesù Cristo, aumentando la tua fede.

Per stampare questo sermone, suggeriamo che torni in dietro e scegli la versione PDF, che è già impaginata da stampare.

Si usa Ctrl +   e  Ctrl -  per cambiare la grandezza dei caratteri

email questo link

Bugie che crediamo

Studio di Marco deFelice, www.aiutobiblico.org per mercoledì, 5 ottobre, 2011 ---- cmd ag -----
parole chiave: bugie, ragionamenti sbagliati, perché pecchiamo.

Se in viaggio hai una cartina sbagliata, e la segui, per forza di poterà per la strada sbagliata.

Similmente, quando noi crediamo una bugia al posto della verità, per forza ci porterà a sbagliare strada nella vita.

La Bibbia è piena di tanti altri esempi di persone che credevano alla menzogna che sia possibile stare veramente bene al di fuori di Dio. In altre parole, senza dirlo, quando uno crede di poter stare bene al di fuori di Dio, sta credendo che sia possibile essere benedetto al di fuori di Dio.

Però, ogni benedizione viene da Dio, e solamente da Lui. Non esiste alcuna vera benedizione al di fuori di Dio.

“ogni buona donazione e ogni dono perfetto vengono dall’alto e discendono dal padre dei lumi, presso il quale non vi è mutamento né ombra di rivolgimento.” (Gm 1:17 LND)
“Giovanni rispose e disse: "L’uomo non può ricevere nulla, se non gli è dato dal cielo.” (Gv 3:27 LND)

Non esiste alcuna fonte di vera benedizione se non in Dio solo. E perciò, ogni volta che pecchiamo, stiamo credendo alla menzogna che esista qualche benedizione al di fuori di Dio. Questo è il motivo per cui alla fine, il peccato ci lascia sempre delusi. Il peccato non può benedire, perché è fondato su una menzogna, e non si può costruire una casa stabile con una menzogna.

Vorrei guardare insieme a voi alcuni esempi nella Bibbia di persone che hanno creduto ad una menzogna, cercando il bene al di fuori di Dio, per considerare come questa loro credenza ha portato loro del male.

Eva: Genesi 3

Leggiamo insieme Genesi 3:1-8.

Qual è stata la menzogna a cui Eva ha creduto?

“Posso stare bene se riesco ad ottenere quello che Dio non mi ha dato.”

Qual è stato il risultato di camminare in base a quella menzogna?

Eva ed Adamo sono stati separati da Dio. Sono morti spiritualmente, sono stati scacciati dalla presenza di Dio e dal giardino speciale che Dio aveva creato per loro. È entrata la morte ed è entrato tutto il male nel mondo e nella loro vite. In questo modo sono entrati l'odio, la gelosia, la menzogna, la cattiveria, l'orgoglio, l'egoismo, e tutti gli altri mali che conosciamo così bene. Tutto questo è entrato nel mondo perché Adamo ed Eva hanno creduto alla menzogna che esista del bene al di fuori di Dio.

Caino: Genesi 4

Questa tendenza di credere alla menzogna è stata trasmessa da Adamo ed Eva ai loro discendenti. Infatti vediamo già questa stessa tendenza nella vita del loro figlio Caino. Leggiamo Genesi 4:1-12.

Qual era la menzogna a cui Caino credeva?

“Posso stare bene se faccio come voglio io. Se ho la libertà di decidere io, allora starò bene.”

Caino voleva una libertà che non esiste. Voleva decidere per conto suo, e voleva che le cose andassero bene anche se Dio non aveva stabilito quella via.

Qual è stato il risultato del fatto che Caino ha scelto di camminare in base a quella menzogna?

La sua vita è stata rovinata. Egli è stato maledetto da Dio, non ha mai trovato ed ottenuto quello che voleva. Ha scoperto che la promessa della libertà di “fare a modo mio” è un terribile inganno.

Israele

Anche Israele ha scelto di peccare contro Dio volta dopo volta. Però potremmo dirlo in un altro modo. Potremmo dire che Israele ha scelto di credere a delle menzogne volta dopo volta. Ripetutamente nella sua storia, Israele ha creduto alla menzogna che c'era soddisfazione al di fuori di Dio. Come fa anche il peccato, a volte Israele aveva una certa soddisfazione a livello carnale facendo la loro volontà. Ma questa soddisfazione non arrivava mai al cuore, e portava sempre terribili disastri in seno alla nazione. Ci sono tantissimi esempi di questo, ma se vogliamo sceglierne solamente uno, pensiamo a quando scelsero di costruire un vitello di oro per rappresentare Dio dopo che erano stati fatti uscire dall'Egitto.

Leggiamo perciò Esodo 32:1-35.

Quale era la menzogna che il popolo d'Israele credeva?

Credevano che potevano adorare Dio a modo loro. Credevano che potevano onorare Dio nel modo che volevano loro, e facendo così, hanno peccato gravemente contro Dio.

Qual è stato il risultato del fatto che hanno scelto di camminare in base a quella menzogna?

Si sono resi colpevoli davanti a Dio, e hanno subito la punizione di Dio.

il re Davide

Se pensiamo anche a Davide, Davide è stato un re di Israele molto benedetto da Dio. Aveva un rapporto molto stretto con Dio. Però ad un certo punto della sua vita, ha creduto ad una menzogna. Leggiamo 2Samuele 11:1-4.

Qual era la menzogna a cui Davide ha creduto?

“Posso stare bene se ho quella bella donna per me.”

Qual è stato il risultato del fatto che Davide ha scelto di agire in base a quella menzogna?

La sua vita fu rovinata, quello che egli ha fatto in segreto è stato fatto contro di lui in pubblico, e la spada non è mai stata rimossa dalla sua casa. Davide ha avuto dolore sopra dolore per tutto il resto della sua vita a causa del fatto che ha scelto di credere alla menzogna.

NOI

Anche noi crediamo a tante menzogne. Possono essere forti, possono sembrare molto convincenti. Però, come negli esempi che abbiamo nella Bibbia, ogni volta che scegliamo di credere ad una menzogna e di agire in base a quella menzogna, ci arriva tanto tanto male!

Pensiamo ad alcune delle menzogne che noi crediamo.

La Sottomissione della moglie

Pensiamo prima alle mogli. È facile per una moglie vedere la sottomissione come qualcosa di pesante. Notiamo prima di tutto qual è il comandamento che Dio dà alla moglie.

“22 Mogli, siate sottomesse ai vostri mariti come al Signore, 23 poiché il marito è capo della moglie, come anche Cristo è capo della chiesa, ed egli stesso è salvatore del corpo. 24 parimenti come la chiesa è sottomessa a Cristo, così le mogli devono essere sottomesse ai loro mariti in ogni cosa.” (Efe 5:22-24)

Il comandamento è chiaro. Qual è la menzogna che facilmente una moglie potrebbe credere?

“Se posso fare come voglio io, anziché in base a quello che dice mio marito, allora le cose andranno meglio, ed io starò meglio.”

Qual è il risultato quando una moglie agisce in base alla menzogna che le andrà meglio se fa come pensa lei anziché sottomettersi al marito?

Il suo matrimonio non sarà benedetto. Ci sarà tensione in casa, anziché pace. Dio non benedirà ciò che lei fa per testa sua.

Perché Dio non benedice quello che fa la donna quando lo fa per testa sua, anziché essere sottomessa al marito? Non è che a volte lei può capire meglio di lui? Certamente può capitare abbia idee migliori del marito, ma Dio non la benedice perché in realtà, quello che fa la moglie non è principalmente ribellione contro il marito, ma è soprattutto ribellione contro Dio.

Mariti

Pensiamo ora per qualche minuto al marito. È molto facile per un marito vedere il comandamento di amare la moglie come Cristo ama la Chiesa come qualcosa di molto pesante. Notiamo per prima cosa qual è il comandamento che Dio dà al marito.

Efesini 5:25-33.

Dio comanda al marito di amare la moglie come Cristo ama la Chiesa, di dare se stesso per lei, di curarla teneramente. In altre parole, di sacrificare se stesso e le proprie preferenze per curare ed onorare la moglie.

Qual è la menzogna che facilmente un marito potrebbe credere?

“Non posso stare bene se devo pensare sempre a mia moglie.”

“Posso stare bene se posso vivere almeno un po' per me stesso, anziché amare mia moglie come Cristo ama la Chiesa e ha dato se stesso per lei.”

“Vivere così sarebbe troppo pesante.”

Qual è il risultato quando un marito agisce in base a questa menzogna?

Lui perderà le benedizioni di Dio, e anche il suo matrimonio non sarà benedetto.

Figli:

Anche i figli possono facilmente credere a delle menzogne.

Iniziamo ancora considerando quello che dice la Bibbia. Leggiamo perciò Efesini 6:1-3.

Allora, quale il comandamento che Dio dà ai figli?

Qual è la menzogna che facilmente un figlio potrebbe credere?

“Ho bisogno della mia libertà, di fare quello che voglio io e non quello che mi dicono i miei genitori.”

Qual è il risultato quando un figlio agisce in base a questa menzogna?

Come è successo al re Davide, all'inizio il peccato può sembrare piacevole. Anche gli israeliti si stavano divertendo alla grande mentre ballavano intorno al vitello di metallo fuso. Il peccato infatti produce una certa soddisfazione temporanea. Però poi produce sempre del male che deriva dal peccato, e che fa perdere il bene che proviene da Dio.

Conclusione

Quanto spesso crediamo menzogne!

Promettono tanto, seguendo i nostri ragionamenti, a noi può sembrare che siano anche l'unico modo per migliorare una situazione.

Però, la menzogna ci porta sempre a non seguire Dio.

Ci porta del male, e non il bene la che menzogna ci promette.

Impariamo a confrontare i nostri ragionamenti con la Parola di Dio! Presentiamo i nostri ragionamenti ad altri, affinché possano aiutarci, perché ad ognuno i propri ragionamenti sembrano che filino bene, anche se invece si sta credendo a delle menzogne.

Solo Dio può benedire! Non cerchiamo altrove quello che troveremo solo in Cristo!

Camminiamo nella verità! Sottomettiamo i nostri pensieri a Dio, in ogni campo della vita!

email questo link