un sermone da Aiuto Biblico

Un sermone
dal Pastore Marco deFelice

Preghiamo che questo sermone ti sarà di aiuto a conoscere di più Dio per mezzo di Gesù Cristo, aumentando la tua fede.

Per stampare questo sermone, suggeriamo che torni in dietro e scegli la versione PDF, che è già impaginata da stampare.

Si usa Ctrl +   e  Ctrl -  per cambiare la grandezza dei caratteri

email questo link

Le Meravigliose Promesse di Dio

Sermone di Marco deFelice, www.AiutoBiblico.org per domenica, 24 novembre, 2013 –- cmd apb –-
Parole chiave: promesse di Dio, cura di Dio, l'amore di Dio.

Siamo bisognosi, ma grazie a Dio, Egli ci cura perfettamente. Oggi, vogliamo cibare le nostre anime considerando insieme alcune promesse di Dio. Iniziamo con una preziosa promessa che rivela il cuore di Dio per il Suo popolo. Troviamo questa promessa in Geremia 31:14. Ve lo leggo:

“Sazierò l’anima dei sacerdoti con grande abbondanza e il mio popolo sarà colmato dei miei beni," dice l’Eterno.” (Geremia 31:14 LND)

Ricordate che, in Geremia, Dio annuncia la Sua dura disciplina al popolo di Giuda per il loro peccato, se non si ravvederanno di vero cuore. Poi, però, Dio stesso annuncia pure che, dopo settant'anni di cattività, Egli libererà il Suo popolo dai babilonesi descrivendo quel tempo glorioso quando li avrà salvati e riportati nella terra promessa. Là, li benedirà di nuovo.

Quando consideriamo quanto meritiamo la dura disciplina di Dio, questa che abbiamo appena letto ci apparirà come una promessa meravigliosa. Leggo ancora questa promessa che Dio dà al Suo popolo, perché dimostra il cuore di Dio nei nostri confronti:

“Sazierò l’anima dei sacerdoti con grande abbondanza e il mio popolo sarà colmato dei miei beni," dice l’Eterno.” (Geremia 31:14 LND)

Questa promessa meravigliosa è rivolta ai sacerdoti, che spesso, nell'Antico Testamento, rappresentano tutto il popolo di Dio. Nel Nuovo Testamento impariamo che siamo sacerdoti di Dio. Non offriamo più un sacrificio di animali, ma piuttosto un sacrificio di lode. Ricordate che siamo sacerdoti, come leggiamo in 1Pietro 2:5:

“anche voi, come pietre viventi, siete edificati per essere una casa spirituale, un sacerdozio santo, per offrire sacrifici spirituali, graditi a Dio (1Pietro 2:5 LND)

E, quindi, ricordate che anche noi che siamo in Cristo, siamo sacerdoti, mentre consideriamo Geremia 31:14 che vi leggo ancora:

“Sazierò l’anima dei sacerdoti con grande abbondanza e il mio popolo sarà colmato dei miei beni," dice l’Eterno.” (Geremia 31:14 LND)

Qui, Dio dichiara che sazierà l'anima dei sacerdoti con grande abbondanza. Egli non parla del solo provvedere al bisogno, allo stretto necessario, ma parla del dare così tanto, che le loro anime saranno saziate. Dio dà secondo le ricchezze della Sua gloria. Consideriamo allora questa promessa meravigliosa che Dio sazierà l'anima dei sacerdoti con grande abbondanza! Saziare descrive una condizione in cui uno non ha spazio né voglia per altro, perché è pienamente soddisfatto. Dio non solo soddisfa la carne, ma soddisfa l'anima. Questa è la promessa per i sacerdoti del Signore e, se siamo in Gesù Cristo, siamo sacerdoti del Signore!

Il mondo ci offre tante cose, ma non può offrirci un'anima saziata. Solo Dio può offrirci questo. Quindi, questa promessa meravigliosa è un ricordo ed una esortazione per noi a cercare la nostra soddisfazione in Dio, perché solo in Lui il nostro cuore può essere pienamente soddisfatto.

Notiamo specificamente la seconda parte di questo versetto, la quale dichiara: “"il mio popolo sarà colmato dei miei beni", dice l'Eterno.”.

Notate che ben due volte Dio usa l'aggettivo possessivo “mio”. Dio è geloso del Suo popolo. Il Suo popolo gli appartiene! Egli fa una distinzione fra il Suo popolo e coloro che non sono il Suo popolo. Se tu ti rivolgi a Gesù Cristo e lo ricevi come Salvatore e Signore, allora tu diventi parte del popolo di Dio, il popolo prezioso a Dio, quel popolo per il quale sono le promesse di Dio. Dio trova piacere nel Suo popolo, perché il Suo popolo trova piacere in Dio. Lui chiama loro il Suo popolo ed essi chiamano Lui il loro Dio. Dio trova gioia nel Suo popolo ed il Suo popolo trova gioia in Lui. Se tu vuoi la vera gioia, allora cerca la tua gioia nel Signore.

Questo brano dichiara che il popolo di Dio sarà colmato dei beni di Dio. Di natura, l'uomo non è mai pienamente soddisfatto. Per quanto può ricevere, vuole sempre di più. L'unico modo di avere il cuore veramente colmato è di cercare e trovare la nostra soddisfazione in Dio.

Notate che Dio dà dei Suoi beni. Le benedizioni di Dio, che Egli dona, sono infinitamente migliori delle cose che il mondo ci offre. Quello che il mondo ci offre non può mai soddisfarci e poi non dura. Quello che Dio ci offre dai Suoi tesori ha un valore immenso ed è duraturo.

Se noi non siamo soddisfatti con la bontà di Dio, nulla può soddisfarci. E, perciò, se noi ancora ci lamentiamo, se ancora siamo scontenti, se ancora abbiamo desideri non soddisfatti, è perché abbiamo desideri sbagliati. Confessiamo questo peccato e cerchiamo in Dio quello che desidera il nostro cuore. E allora l'anima nostra sarà saziata e saremo colmati con i veri beni di Dio. Questa promessa vale per ogni vero figlio di Dio. Dio non promette ricchezze, non promette l'approvazione degli uomini, non permette buona salute ed una vita facile. Però, Dio promette qualcosa di molto più grande. Dio promette abbondanza di benedizioni che possono saziare la nostra anima.

Quindi, quando a te sembra che la tua vita sia insoddisfacente, considera dove stai cercando la tua soddisfazione. Cercala in Dio ed Egli sazierà la tua anima con veri beni.

Dio non Dorme

Passiamo ora a considerare un'altra promessa di Dio, una promessa che può darci grande consolazione nei momenti di difficoltà. Troviamo questa promessa nel Salmo 121:4. Questa promessa può consolarci grandemente anche nelle prove più profonde. Ve la leggo:

Ecco, colui che protegge Israele non sonnecchia e non dorme. (Salmo 121:4)

L'Eterno stesso è Colui che protegge il Suo popolo e noi siamo l'Israele spirituale. Consideriamo la cura che Dio ha per noi. Egli non dorme mai, ne' in modo leggero per qualche minuto, né in modo profondo. Egli non manca mai di stare in guardia sulle circostanze, sulla vita e sul cuore del Suo popolo. Non esiste alcuna situazione che è o può rappresentare una sorpresa per Dio. Egli non è solo pienamente aggiornato su tutto quello che ti succede, ma è pienamente in controllo in ogni tua circostanza.

Capire e ricordare questo ci permette di avere una pace perfetta e ci permette di riposarci tranquillamente. Noi possiamo dormire tranquilli perché Dio non dorme.

Notate che il versetto inizia con la parola "ecco". È importante tenere ben presente la verità che Dio non dorme mai. Noi siamo deboli e dobbiamo dormire perché ne abbiamo la necessità, il bisogno naturale e fisiologico. Però, anche quando siamo svegli, non riusciamo a difenderci da tutto. Molto spesso le nostre forze e le nostre capacità non bastano per i pericoli che dobbiamo affrontare. Grazie a Dio, non dobbiamo difenderci da soli. Dio ci difende ed è capace di difenderci da ogni tipo di pericolo. Egli ci protegge sempre perché non dorme mai.

Il Signore ci protegge come un uomo ricco cura il Suo tesoro, come un capitano con i Suoi soldati protegge la città, come le guardie del corpo proteggono il re. Chi è protetto bene, è al sicuro. Allora, noi siamo i più sicuri di tutti, perché è Dio stesso che protegge la nostra anima. Dio non dorme mai, ci protegge sempre, in ogni situazione. Possiamo veramente riposarci in Dio, perché Egli non dorme mai.

Vi invito a riflettere di più sulla cura perfetta di Dio per noi. Preghiamo Dio di aiutarci a non togliere i nostri occhi da Lui. Confidiamo nel Dio che ci protegge perfettamente, perché Egli non dorme e non sonnecchia mai. Siamo sicuri in Lui, grazie a Dio!

Libertà di Chiedere a Dio

Passiamo ad un'altra promessa meravigliosa. Noi siamo un popolo bisognoso. Giorno dopo giorno ci troviamo davanti a situazioni più grandi di noi. A volte, ci crediamo forti, ma, prima o poi, dobbiamo riconoscere che, in realtà, siamo deboli. Crediamo di farcela noi, con le nostre sole forze e risorse, ci fidiamo delle nostre capacità e della nostra intelligenza, per poi scoprire che non ci bastano. La vita è piena di situazioni più grandi di noi. Siamo un popolo bisognoso ed abbiamo bisogno di chiedere l'aiuto di Dio giorno per giorno. C'è una promessa meravigliosa che Gesù ci dà in Giovanni 14:14. Quando consideriamo quanto abbiamo peccato contro Dio e che, per grazia, Dio ci ha fatti diventare il Suo popolo, amati e benedetti da Lui, allora questa promessa può consolarci anche nei momenti più bisognosi di aiuto della nostra vita. Leggo Giovanni 14:14:

“Se chiedete qualche cosa nel nome mio, io la farò".” (Giovanni 14:14 LND).

Qui, Gesù Cristo ci insegna una verità stupenda sulla preghiera. Egli dichiara che, se noi preghiamo nel Suo nome, e dopo spiega che si prega al Padre, quello che chiediamo nel nome di Gesù, Gesù lo farà per noi. Che promessa immensa ed incoraggiante! Io posso portare bisogni grandi ed anche piccoli a Dio. Molto spesso, la religione descrive Dio come se fosse lontano e poco attento al Suo popolo. Invece, Dio si descrive come vicino ed attento ai bisogni del Suo popolo. Perciò, con questa promessa davanti a me posso dire all'anima mia di ascoltare la parola del Padre mio celeste che mi dice, citando il Salmo 81:10:

“Io sono l’Eterno, il DIO tuo, che ti ha fatto uscire dal paese di Egitto; apri la tua bocca e io la riempirò.” (Salmo 81:10 LND).

Che meravigliosa promessa che Gesù ci ha lasciato! Possiamo chiedere qualunque cosa nel nome di Gesù Cristo e Gesù Cristo farà quella determinata cosa per noi. È importante tenere in mente che pregare nel nome di Gesù è un incoraggiamento per noi e porta onore a Lui.

Non abbiamo diritto di chiedere cose a Dio in base al nostro comportamento, né per qualche merito nostro. Invece, chiedendo nel nome di Gesù, il che vuol dire per i meriti di Gesù, abbiamo libero accesso al trono di Dio per essere soccorsi al momento opportuno.

È importante allora capire cosa vuol dire chiedere nel nome di Gesù Cristo. Chiedere nel nome di Gesù Cristo vuol dire chiedere secondo quello che Egli chiederebbe, quindi, secondo la Sua volontà. Infatti, in 1 Giovanni 5:14,15 leggiamo

“14 Questa è la sicurezza che abbiamo davanti a lui: se domandiamo qualche cosa secondo la sua volontà, egli ci esaudisce. 15 E se sappiamo che egli ci esaudisce in qualunque cosa gli chiediamo, noi sappiamo di avere le cose che gli abbiamo chiesto.” (1Giovanni 5:14-15 LND)

Quindi, chiedere nel nome di Gesù vuol dire chiedere secondo la Sua volontà. Guai a chi usa il nome del Signore per una richiesta egoistica o secondo la propria volontà. Dobbiamo usare il nome di Gesù e pregare nel Suo nome solo per ciò per cui Gesù stesso pregherebbe.

Prego che possiamo riconoscere quanto è un immenso privilegio poter chiedere nel nome di Gesù, come se Gesù stesso chiedesse. Se noi amiamo Gesù, non useremo mai questo privilegio in senso egoistico. Come Gesù, sottometteremo ogni nostra richiesta alla volontà di Dio Padre. Ricordate quando Gesù era nel giardino del Getsemani, prima di andare alla croce, e chiese se fosse possibile che quel calice passasse oltre da Lui, ma poi aggiunse: "Non la mia volontà sia fatta, ma la Tua." Questo è il modo che anche noi dobbiamo usare per pregare.

Magari, nella carne, potrebbe sembrare negativo il fatto che possiamo chiedere solo secondo la volontà di Dio. Se però riconosciamo che Dio ci ama infinitamente più di quanto noi amiamo noi stessi, che la nostra vera gioia è di trovarci in stretta comunione con Dio e che la gioia più grande che possiamo avere è quella di gioire nella gloria di Dio, allora capiremo che la volontà di Dio per noi è l'unica volontà buona e giusta. Se la nostra volontà o il nostro desiderio è diverso dalla volontà di Dio, allora il nostro desiderio è ingannevole e ci porterebbe solo del male se venisse esaudito. Quindi, il fatto di poter chiedere qualsiasi cosa nel nome di Gesù, cioè secondo la volontà di Dio, ci apre la porta a pregare per tutto quello che ci porterà vera gioia.

Avendo questa meravigliosa promessa, voglio incoraggiare tutti a pregare sempre di più. Preghiamo di abbandonare i nostri peccati. Preghiamo di avere più fede. Preghiamo di portare più frutto alla gloria di Dio. Quando preghiamo queste cose nel nome di Gesù Cristo, possiamo essere sicuri che Dio risponderà.

Dio Provvederà

Passiamo ad un'altra promessa preziosa. Ho menzionato prima il fatto che noi siamo un popolo bisognoso. Abbiamo tanti bisogni di tanti tipi. La persona più capace, più forte e più ricca è totalmente dipendente da Dio, anche se non se ne rende conto. La nostra vita stessa viene da Dio e viene sostenuta da Dio. Tutto il nostro cibo viene da Dio. Le nostre stesse capacità vengono da Dio. Siamo bisognosi, più di quanto crediamo. In realtà, i nostri bisogni ci aiutano a ricordare quanto abbiamo bisogno di Dio e a riconoscere che è Dio che provvede per noi. Quindi, abbiamo necessità di avere dei bisogni perché così riconosciamo il nostro bisogno di Dio.

Allo stesso tempo, ripetutamente troviamo svariate promesse che Dio provvederà per noi. Una promessa meravigliosa è in Filippesi 4:19. Paolo aveva appena ringraziato i Filippesi del loro sostegno per lui. Poi, parlando di Dio, Paolo dichiara:

"Ora il mio Dio supplirà ad ogni vostro bisogno secondo le sue ricchezze in gloria, in Cristo Gesù." (Filippesi 4:19)

Questa promessa non era solo per i credenti di allora, ma è per tutti i figli di Dio anche oggi, perciò, è una promessa che vale anche per te, se tu sei un figlio di Dio. Questa promessa viene dal cuore di Dio, perché è nel Suo carattere di provvedere per i Suoi. Dio trova gioia nel benedire il Suo popolo. Con amore, Dio aveva preparato il Giardino di Eden per Adamo e con amore aveva preparato la Terra Promessa per il Suo popolo. L'amore di Dio Lo spinge a curarci, la misericordia di Dio Lo spinge a curarci, la potenza e la sapienza di Dio si legano alla fedeltà di Dio per cooperare a portarci del bene in ogni situazione. Il bene che Dio ci fa è infinitamente migliore del bene che il mondo può offrirci.

Dio ci dà quello che ci porta il vero bene eterno. Dio permette delle prove e delle sofferenze nella nostra vita, ma solo perché servono a prepararci per i doni migliori che Egli ha preparato per noi.

Notate che Dio provvederà ad ogni nostro bisogno secondo le Sue ricchezze in gloria in Cristo Gesù. L'immensità della gloria di Dio è infinita ed è impossibile comprendere quanto grandi sono le ricchezze nella Sua gloria. Eppure, questa è la fonte da cui Dio provvederà ogni nostro bisogno. Perciò, è impossibile che Dio non disporrà di ciò che occorre per provvederci tutto quello che ci serve. Per quanto i nostri bisogni possono essere grandi, le ricchezze in gloria di Dio sono infinitamente più grandi e perciò Egli può sempre curarci perfettamente.

Quindi, possiamo avere fede che, in qualunque situazione ci troviamo, Dio è capace di provvedere per noi,sa qual è la cura migliore per noi e, a causa del Suo amore per noi, Egli provvederà la cura giusta al momento giusto, per portare avanti la Sua buona opera in noi.

Perciò, quando tu ti trovi in qualunque momento di bisogno, puoi pregare chiedendo a Dio di provvedere secondo il tuo bisogno, in base alla Sua sapienza e perfetta volontà per la tua vita e puoi avere pace che provvederà per te secondo le Sue ricchezze in gloria!

Grazie a Dio che Egli provvede sempre ad ogni nostro bisogno secondo le Sue ricchezze in gloria, in Cristo Gesù. Ricordiamo che tutto quello che Dio ci provvede è per mezzo e per il merito di Gesù Cristo.

Dio non ci Abbandonerà

Cambiamo argomento. Se siamo onesti, se consideriamo seriamente la santità di Dio, se consideriamo quanto ogni nostro peccato è una grave offesa a Dio, allora arriviamo a capire che meritiamo di essere respinti per sempre dalla presenza di Dio.

L'apostolo Paolo dichiara di essere il primo fra i peccatori, ovvero, in altre parole, il peggiore dei peccatori. Allora, se egli è il primo, con onestà ognuno di noi dovrebbe dire di essere il secondo peggior peccatore. I nostri cuori sono estremamente portati a peccare e quanto terribile è il nostro peccato, soprattutto alla luce di tutto quello che Dio ha già fatto per noi ed in noi di buono! Sarebbe giusto per Dio ripudiarci. Sarebbe giusto per Dio abbandonarci.

Alla luce di quanto grave è il nostro peccato, possiamo trovare immenso sollievo nella promessa di Dio che troviamo nel Salmo 94:14. Vi leggo questa parola che ci dà speranza e che consola il nostro cuore abbattuto dal peso del nostro peccato:

"Poiché l'Eterno non ripudierà il suo popolo e non abbandonerà la sua eredità." (Salmo 94:14)

Dio non ripudierà, ovvero non abbandonerà, nemmeno uno di coloro che ha salvato. L'uomo ripudia, ma Dio non lo fa mai. La scelta di Dio non può cambiare ed il Suo amore è un amore eterno. Dio non ha mai abbandonato nessuno di coloro che aveva salvato. L'opera che Dio inizia, la porterà a compimento. L'opera che Dio scelse di fare nell'eternità passata, Egli stesso la porterà a termine per l'eternità futura. Egli non ripudierà nessuno dei Suoi figli.

Questa preziosa promessa consola il cuore del credente afflitto per il proprio peccato. Certamente, è vero che Dio disciplina. A volte disciplina pure duramente. Nell'Antico Testamento, leggiamo più volte della dura disciplina di Dio. Poi, nel Nuovo Testamento, leggiamo che la disciplina comporta anche sofferenze e perfino la morte fisica. Leggiamo che la disciplina non è mai piacevole, ma è sempre dura da subire al momento. Però, Dio ci disciplina proprio per non doverci abbandonare. L'opera della disciplina nella nostra vita, insieme alla legge di Dio, rende il nostro spirito più umile, ci rende più sobri ed attenti e allora abbiamo il vero riposo in Dio.

Ricordate che Dio disciplina solamente i Suoi figli, non coloro che non sono Suoi figli. Al giudizio finale, questi ultimi saranno condannati al tormento eterno. Non vengono puniti in questa vita, ma lo saranno per l'eternità. Al contrario, invece, la disciplina di Dio serve per preparare i veri figli di Dio a passare l'eternità con Lui.

Perciò, dobbiamo vedere ogni disciplina di Dio come una prova che siamo veramente figli di Dio. Leggiamo di questo in Ebrei 12:6-8:

“6 perché il Signore corregge chi ama e flagella ogni figlio che gradisce". 7 Se voi sostenete la correzione, Dio vi tratta come figli; qual è infatti il figlio che il Padre non corregga? 8 Ma se rimanete senza correzione, di cui tutti hanno avuta la parte loro, allora siete dei bastardi e non dei figli.” (Ebrei 12:6-8 LND)

Sapendo questo, possiamo accettare la verga della correzione di Dio con mansuetudine e pace, perché non è un segno dell'ira di Dio, ma piuttosto dell'amore di Dio. Dio corregge, ma non trascura. Lui può rimproverare, ma non smette di amare. Dio non abbandona o ripudia mai un individuo che ha salvato. Anche in mezzo alla disciplina di Dio, questa verità può darci grande gioia.

Dio Soddisfa l'Anima

Guardiamo un'ultima promessa di Dio, una promessa che può darci grande gioia. Trovate con me il Salmo 107:8,9. Questo Salmo è una promessa meravigliosa per coloro che sono “affamati” di Dio, che desiderano, cioè, essere soddisfatti in Lui. Leggiamo questo Salmo:

“Celebrino l’Eterno per la sua benignità e per le sue meraviglie in favore dei figli degli uomini. Poiché egli ha saziato l’anima assetata e ha ricolmato di beni l’anima affamata.” (Salmo 107:8,9 LND)

Questo brano dichiara che Dio sazierà l'anima assetata e ricolmerà l'anima affamata. Dio ci ha creati per avere desideri ed è giusto che i nostri desideri siano profondi, perché Dio ci ha creato con un'anima che desidera profondamente di essere soddisfatta in Dio. Il problema non è di avere desideri, il problema è quando cerchiamo di soddisfare quei desideri in qualcosa che non è Dio. Se noi abbiamo un'anima che desidera profondamente una ricca comunione con Dio, se le cose del mondo non ci bastano, perché vogliamo di più di quello che questo mondo può darci, allora Egli sazierà la nostra anima.

Quando non desideriamo più di Dio di quanto abbiamo di Lui, vuol dire che c'è qualcosa che non va dentro di noi. Vuol dire che stiamo cercando soddisfazione nei posti sbagliati. Dovremmo desiderare sempre più di Dio, la nostra anima dovrebbe anelare d'avere ricca ed intima comunione con Dio stesso. Quando siamo affamati dei veri beni, i beni che riguardano l'avere comunione con Dio e conoscere Dio di più, allora Dio sazierà la nostra anima affamata.

Certamente, in sé la fame non è una cosa piacevole, ma Dio dichiara che sono beati quelli che sono affamati e assetati di giustizia. Non solo avranno qualcosa con cui soddisfare la loro fame, ma saranno saziati, saziati con il meglio del meglio, cioè con la comunione con Dio stesso e della Sua giustizia.

Preghiamo di avere quella fame dell'anima che desidera di vedere Dio glorificato. Ascoltate quello che era il desiderio di cuore del salmista:

“Celebrino l’Eterno per la sua benignità e per le sue meraviglie in favore dei figli degli uomini.” (Salmo 107:8 LND)

In questo versetto, il salmista sta pregando ed il suo profondo desiderio è che gli uomini possano celebrare l'Eterno per la Sua benignità e le Sue meraviglie. Il salmista vuole che Dio sia glorificato. Questo è il desiderio di un cuore che sarà pienamente soddisfatto e saziato da Dio. Allora, vi chiedo, e chiedo a me stesso se anche noi abbiamo questo desiderio. Noi desideriamo profondamente che le persone possano celebrare l'Eterno? Il nostro cuore è turbato ed aggravato vedendo gli uomini intorno a noi che non danno gloria Dio? Possiamo noi pregare di cuore questa preghiera, la quale, sotto questo aspetto, assomiglia al Padre Nostro, in cui Gesù ci insegna a pregare che il nome di Dio sia santificato e che Suo regno venga?

Se tu vuoi un cuore veramente soddisfatto, se tu vuoi un cuore colmato dei veri beni, allora devi avere un vivo e pieno desiderio per il vero bene che si trova solo in Gesù Cristo. Dio promette di saziare l'anima assetata!

Conclusione

A questo punto, per chiudere, voglio solo ricordare le promesse che abbiamo visto oggi. Prego che possiamo tenere queste promesse in mente, per godere la gioia e la pace che arriva nella vita di chi si aggrappa alle promesse di Dio.

Per prima, abbiamo visto la promessa che Dio sazierà le nostre anime, promessa che troviamo in Geremia 31:14:

“Sazierò l’anima dei sacerdoti con grande abbondanza e il mio popolo sarà colmato dei miei beni," dice l’Eterno.” (Geremia 31:14 LND)

Guardiamo a Dio per avere un cuore veramente e pienamente soddisfatto.

Poi, abbiamo visto che Dio non manca mai di proteggerci, perché non dorme mai, come è scritto nel Salmo 121:4:

Ecco, colui che protegge Israele non sonnecchia e non dorme. (Salmo 121:4)

Grazie a Dio che Egli è sempre sveglio ed è sempre all'opera nel gestire tutto per il nostro bene.

Dopo di questa, abbiamo visto la promessa che Dio risponderà a tutte quelle preghiere che facciamo nel nome di Gesù Cristo. Abbiamo letto questo in Giovanni 14:14:

“Se chiedete qualche cosa nel nome mio, io la farò".” (Giovanni 14:14 LND).

Chiedere nel nome di Gesù vuol dire chiedere secondo la Sua volontà, ma poi abbiamo visto che la Sua volontà è sempre la cosa migliore perché essa soddisfa noi e dà gloria a Dio. Che grande promessa è questa: Dio risponderà ad ogni nostra preghiera fatta nel nome di Gesù Cristo!

Poi abbiamo visto la promessa che Dio provvederà ad ogni nostro bisogno. Leggo di nuovo Filippesi 4:19:

"Ora il mio Dio supplirà ad ogni vostro bisogno secondo le sue ricchezze in gloria, in Cristo Gesù." (Filippesi 4:19)

Egli, non solo provvederà, ma provvederà secondo le Sue ricchezze in gloria in Cristo Gesù. Quindi, non dobbiamo mai preoccuparci. Dio ci provvederà e lo farà nel modo migliore ed al momento migliore.

Abbiamo pure visto che, quando cadiamo nel peccato e siamo aggravati a causa di come abbiamo offeso Dio, Egli non ci ripudierà. Leggo il Salmo 94:14:

"Poiché l'Eterno non ripudierà il suo popolo e non abbandonerà la sua eredità." (Salmo 94:14)

Infine, abbiamo visto che Dio sazierà l'anima. Leggo Il Salmo 107:9:

Poiché egli ha saziato l’anima assetata e ha ricolmato di beni l’anima affamata.” (Salmo 107:9 LND)

Nulla può saziare la nostra anima, se non Dio solo. Se cerchiamo la nostra gioia in Lui, Egli sazierà pienamente la nostra anima, ora e per l'eternità.

Prego che possiamo scegliere di pensare alle promesse di Dio, giorno per giorno. C'è poco che ci aiuterà in questo cammino verso cielo quanto tenere in mente le promesse di Dio. Grazie a Dio per le Sue meravigliose promesse! Grazie a Dio per Gesù Cristo, perché ogni promessa di Dio ha il suo sì in Cristo!

email questo link