un sermone da Aiuto Biblico

Un sermone
dal Pastore Marco deFelice

Preghiamo che questo sermone ti sarà di aiuto a conoscere di più Dio per mezzo di Gesù Cristo, aumentando la tua fede.

Per stampare questo sermone, suggeriamo che torni in dietro e scegli la versione PDF, che è già impaginata da stampare.

Si usa Ctrl +   e  Ctrl -  per cambiare la grandezza dei caratteri

email questo link

il Matrimonio: Perché è importante

di Marco deFelice, www.aiutobiblico.org, per il Corso Famiglia 4 novembre, 2009
parole chiave: matrimonio, coppie, onorare il matrimonio, marito, moglie, gioia dello stare insieme, amore.

L'importanza del matrimonio

Se qualcosa è di grande importanza, il fatto che tanti la vedano come di poca importanza cambia il suo valore? Certamente no!

Facciamo un esempio: i bambini possono vedere la scuola come qualcosa di poco importante ma, in realtà, a prescindere da come loro la vedono, la scuola è per loro molto importante. Analogamente, un nuovo soldato potrebbe non capire perché l'allenamento deve essere così duro e ciò perché non ha mai visto quanto pericolosa è la guerra.

Pensiamo ora a quello che possiamo definire come l'esempio più grande: la salvezza eterna, ovvero l'offerta di salvezza da parte di Dio per mezzo di Gesù Cristo.

Il fatto che tanti non la vedano come una cosa importante o di grande valore non cambia il fatto che vale più di tutti i tesori della terra messi insieme.

Gli uomini spesso non capiscono il valore di tanti dei doni più grandi di Dio. Di essi, la salvezza è certamente quello più grande.

Il matrimonio: stabilito da Dio

In questa lezione vogliamo iniziare a considerare qualcosa di estremamente importante e che, spesso viene vista e vissuta come fosse poco importante. Quello che vogliamo considerare è uno dei doni più importante della vita terrena: il matrimonio.

Per capire quanto il matrimonio è importante, dobbiamo capire che il matrimonio non è qualcosa che gli uomini hanno inventato, piuttosto il matrimonio è il piano di Dio per l'uomo dall'inizio del mondo.

Vi leggo della creazione del mondo dal primo libro della Bibbia, Genesi. In questo passo, leggiamo della creazione dell'uomo e poi della donna insieme al motivo per cui Dio li ha creati.

“18 Poi l’Eterno DIO disse: "Non è bene che l’uomo sia solo; io gli farò un aiuto conveniente a lui". 19 E l’Eterno DIO formò dalla terra tutti gli animali dei campi e tutti gli uccelli dei cieli e li condusse dall’uomo per vedere come li avrebbe chiamati; e in qualunque modo l’uomo avesse chiamato ogni essere vivente, quello doveva essere il suo nome. 20 E l’uomo diede dei nomi a tutto il bestiame, agli uccelli del cielo e ad ogni animale dei campi; ma per l’uomo non si trovò alcun aiuto conveniente per lui. 21 Allora l’Eterno DIO fece cadere un profondo sonno sull’uomo, che si addormentò; e prese una delle sue costole, e rinchiuse la carne al suo posto. 22 Poi l’Eterno DIO con la costola che aveva tolta all’uomo ne formò una donna e la condusse all’uomo. 23 E l’uomo disse: "Questa finalmente è ossa delle mie ossa e carne della mia carne. Lei sarà chiamata donna perché è stata tratta dall’uomo". 24 Perciò l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie, e saranno una sola carne.” (Genesi 2:18-24 LND).

Qui scopriamo che è stato Dio a istituire il matrimonio, cioè a stabilire che un uomo e una donna lascino le famiglie in cui sono cresciuti per formare una nuova famiglia. Vediamo quindi che il matrimonio e la famiglia che crea è il piano di Dio per l'uomo.

Perciò il matrimonio non è qualcosa di stabilito dallo stato, né dalla religione ma da Dio stesso. Quindi, né lo stato, né la religione hanno il diritto di cambiare quello che è stato stabilito da Dio stesso.

Visto che è stato Dio, il Creatore di tutti, a stabilire il matrimonio, il matrimonio è estremamente importante. Dio stesso dichiara che non è buono per l'uomo stare solo e, proprio per questa ragione, Egli ha creato la donna come un aiuto giusto per lui .

Infatti il matrimonio è il rapporto umano più importante. È stabilito da Dio che esso duri solitamente più di tutti gli altri rapporti e che sia il rapporto umano più intimo, più stretto e di più grande benedizione.

Essendo stato creato così, il matrimonio dovrebbe essere il rapporto che dà più gioia di ogni altro rapporto.

Purtroppo, nel mondo di oggi, tante persone non vedono il proprio matrimonio così. Questo non cambia quanto in realtà il matrimonio sia importante, cambia piuttosto che esso diventa un peso anziché una fonte di gioia.

Perciò, se tu sei sposato o se lo sarai un domani, vale decisamente la pena fare grandi sacrifici e impegnarsi a fondo per migliorare il matrimonio. Ti conviene impegnarti con tutto il cuore per fondare un matrimonio che è fonte di grandi benedizioni per tutti gli anni della sua durata.

Anche se il tuo matrimonio va bene, tieni ben presente che richiede un impegno costante per continuare ad andare bene, anzi per poter crescere ancora.

Impegnarti a migliorare e approfondire il matrimonio è uno degli investimenti più importanti e più saggi di tutta la vita, un investimento che può portare frutti per tutta la vita e anche per l'eternità, in quanto può essere usato da Dio per farci crescere.

Visto che alla creazione Dio dichiarò che non è buono per l'uomo di stare solo, è chiaro che, nella grande maggioranza dei casi, il matrimonio è il piano di Dio per un uomo e una donna.

Ci sono eccezioni, ma sono poche.

Non ne parliamo adesso, ma probabilmente molte delle persone che oggi non sono sposate, non lo sono a causa di come la società è messa male, a causa del modo sbagliato in cui oggi si iniziano rapporti fra uomini e donne e anche a causa di aver visto brutti matrimoni che spaventano chi valuta di intraprendere questa via.

Quello è tutto un altro discorso che non faremo in questo corso. Il punto da capire ora è che il matrimonio è secondo il piano di Dio per la maggioranza delle persone e che il matrimonio è estremamente importante, perciò conviene che ti impegni con tutto il tuo cuore a migliorare il tuo matrimonio e, se non sei sposato, a crescere come persona in modo che un eventuale matrimonio sarà benedetto e fonte di grande gioia.

Come era il matrimonio

Prima di parlare di come possiamo migliorare i nostri matrimoni, è importante capire che il matrimonio, che è stato creato da Dio, in origine era molto diverso da quello che è oggi.

Dio aveva creato il matrimonio perfetto e interamente buono, così come tutto il resto della creazione.

Quando il matrimonio fu creato, nel primo di essi non c'era peccato, non c'era gelosia, non c'era orgoglio, non c'era egoismo, non c'erano menzogne, non c'era rabbia, non c'era alcun tipo di cattiveria. I coniugi non avevano dubbi l'uno nei confronti dell'altro, non c'era concorrenza e non serviva cercare di convincere il coniuge di nulla perché c'era sempre un perfetto accordo.

Come è stato creato da Dio, il matrimonio era uno stupendo rapporto fra marito e moglie. I coniugi trovavano grande gioia l'uno nell'altro e, insieme, trovavano immensa gioia in Dio.

La loro vita era così bella che non possiamo veramente concepirlo pienamente.

Cosa è successo

Chiaramente le cose non sono così oggi. Come mai?

È importante capire perché il matrimonio non è più così, in quanto , capendo ciò, troveremo la chiave per ritornare ad avere i matrimoni che Dio intende.

Perciò è giusto porre la domanda: come mai il matrimonio non è più così meraviglioso? Anzi, il più delle volte, è una fonte di tanta tensione e dolore. Come mai? Come mai non solo il matrimonio, ma tutti i rapporti sono diventati difficili e facilmente fanno male anziché bene? Come può una cosa così meravigliosa essere cambiata così tanto?

Leggiamo la risposta in Genesi 3. Tenete in mente che capire questo ci aiuta a poter avere rapporti trasformati.

Nel principio, Dio aveva creato un mondo perfetto, un mondo senza il male, un mondo pieno di bontà. Però le cose sono cambiate, cambiate drasticamente.

Ricordate che Dio aveva creato il primo uomo, Adamo, e poi la moglie, Eva. Essi vivevano in un giardino meraviglioso che Dio aveva creato specificamente per loro. La loro era una vita meravigliosa e avevano tutto ciò che serviva per avere un cuore pienamente soddisfatto. Oltre ad avere un matrimonio stupendo, avevano il dono più grande di tutti, la benedizione più meravigliosa possibile, avevano un rapporto personale e intimo con Dio stesso e condividevano questo rapporto con Dio insieme come coppia.

Per capire quello che è successo e che ha rovinato tutto, dobbiamo capire che esiste Satana.

Satana è un angelo che si è ribellato a Dio. Dal momento della sua ribellione, Satana ha cercato di danneggiare l'opera di Dio il più possibile. Soprattutto, la cosa che più ha cercato di fare è stata quella di rovinare il rapporto che Adamo ed Eva avevano con Dio e, per realizzare questa cosa, doveva tentarli affinché si ribellassero a loro volta contro Dio.

Vi leggo dal libro di Genesi, il primo libro della Bibbia, ciò che è successo. Qui vediamo perché il matrimonio non è più quello che era:

“1 Ora il serpente era il più astuto di tutte le fiere dei campi che l’Eterno DIO aveva fatto, e disse alla donna: "Ha DIO veramente detto: "Non mangiate di tutti gli alberi del giardino?". 2 E la donna rispose al serpente: "Del frutto degli alberi del giardino ne possiamo mangiare; 3 ma del frutto dell’albero che è in mezzo al giardino DIO ha detto: "Non ne mangiate e non lo toccate, altrimenti morirete". 4 Allora il serpente disse alla donna: "voi non morrete affatto; 5 ma DIO sa che nel giorno che ne mangerete, gli occhi vostri si apriranno e sarete come DIO, conoscendo il bene e il male". 6 E la donna vide che l’albero era buono da mangiare, che era piacevole agli occhi e che l’albero era desiderabile per rendere uno intelligente; ed ella prese del suo frutto, ne mangiò e ne diede anche a suo marito che era con lei, ed egli ne mangiò. 7 Allora si apersero gli occhi di ambedue e si accorsero di essere nudi; cosi cucirono delle foglie di fico e fecero delle cinture per coprirsi.” (Genesi 3:1-7).

Ci sarebbe tantissimo da dire riguardo a questo passo. Esso ci mostra come si arriva a peccare, ovvero a scartare le vere benedizioni, le cose più meravigliose, per un inganno. Senza prendere del tempo per andare a fondo nelle verità contenute in questo brano, dico brevemente che il serpente, prima di tutto, cercò di far credere ad Eva che Dio non si stesse curando perfettamente di loro e lei scelse di credere a questa menzogna. La cura di Dio, per chi si fida di Lui, è sempre perfetta!

Poi, quando Eva spiegò al serpente che la disubbidienza a Dio, in questo caso il mangiare del frutto proibito, avrebbe portato a lei e ad Adamo delle brutte conseguenze, ovvero sarebbero morti, il serpente mentì dicendo che non sarebbero morti, ovvero che non ci sarebbero state delle conseguenze. In effetti il serpente stava dicendo che Dio era un bugiardo e che quello che Egli aveva detto non era vero.

Infine il serpente presentò il peccato come qualcosa di meraviglioso che avrebbe soddisfatto il cuore di Eva. Del frutto proibito le disse: “Dio sa che nel giorno che ne mangerete, gli occhi vostri si apriranno e sarete come Dio, conoscendo il bene e il male.” In altre parole, il serpente cercava di farle credere che i comandamenti di Dio fossero gravosi e che il peccato offrisse più di quanto Dio offriva. In altre parole, il serpente stava dicendo che le vere benedizioni, quelle che possono soddisfare il cuore, vengono dal peccato e non da Dio.

Questa è una menzogna, perché solamente Dio può benedirci. Quando noi scegliamo una via diversa da quella stabilita da Dio, il nostro Creatore, perdiamo le benedizioni che solo Dio può darci.

Fino a quel giorno Eva aveva conosciuto la cura perfetta di Dio. Aveva una vita meravigliosa, insieme ad Adamo.

Però, quel triste giorno, anziché fidarsi di Dio, Eva scelse di fidarsi delle menzogne del serpente, ovvero di Satana. Eva scelse di cercare benedizioni al di fuori di Dio anziché godere le benedizioni che aveva ricevuto fino a quel momento da Dio.

Eva scelse di disubbidire a Dio, di non fidarsi di Lui. Poco dopo Adamo seguì l'esempio di Eva. Subito entrambi capirono la loro colpa davanti a Dio e, per la prima volta, ebbero paura e furono pervasi da un terribile senso di colpa.

Riprendo il brano da quel punto per farvi sentire quel che è successo. Quello che sto per leggere spiega perché il mondo è pieno di tutto il male che vediamo oggi e, specificamente, spiega perché il matrimonio è così spesso una fonte di dolore e di frustrazione anziché di gioia. Capire questo ci dà anche la chiave per come avere un matrimonio benedetto. Leggo dal versetto 8:

“8 Poi udirono la voce dell’Eterno DIO che passeggiava nel giardino alla brezza del giorno; e l’uomo e sua moglie si nascosero dalla presenza dell’Eterno DIO fra gli alberi del giardino. 9 Allora l’Eterno DIO chiamò l’uomo e gli disse: "Dove sei?". 10 Egli rispose: "Ho udito la tua voce nel giardino, e ho avuto paura perché ero nudo, e mi sono nascosto". 11 E DIO disse: "Chi ti ha mostrato che eri nudo? Hai forse mangiato dell’albero del quale io ti avevo comandato di non mangiare?". 12 L’uomo rispose: "La donna che tu mi hai messo accanto mi ha dato dell’albero e io ne ho mangiato". 13 E l’Eterno DIO disse alla donna: "Perché hai fatto questo?". La donna rispose: "Il serpente mi ha sedotta, e io ne ho mangiato".
14 Allora l’Eterno DIO disse al serpente: "Poiché hai fatto questo, sii maledetto fra tutto il bestiame e fra tutte le fiere dei campi! Tu camminerai sul tuo ventre e mangerai polvere tutti i giorni della tua vita. 15 E io porrò inimicizia fra te e la donna e fra il tuo seme e il seme di lei; esso ti schiaccerà il capo, e tu ferirai il suo calcagno".
16 Alla donna disse: "Io moltiplicherò grandemente le tue sofferenze e le tue gravidanze; con doglie partorirai figli: i tuoi desideri si volgeranno verso il tuo marito, ed egli dominerà su di te". 17 Poi disse ad Adamo: "Poiché hai dato ascolto alla voce di tua moglie e hai mangiato dell’albero circa il quale io ti avevo comandato dicendo: "Non ne mangiare," il suolo sarà maledetto per causa tua; ne mangerai il frutto con fatica tutti i giorni della tua vita. 18 Esso ti produrrà spine e triboli, e tu mangerai l’erba dei campi; 19 mangerai il pane col sudore del tuo volto, finché tu ritorni alla terra perché da essa fosti tratto; poiché tu sei polvere, e in polvere ritornerai".” (Genesi 3:8-19).

Anche riguardo a questi versi ci sarebbe molto da dire. Però, per motivi di tempo, voglio solo notare qualche cosa di importante per il nostro discorso.

Prima di tutto notate che Dio è la fonte di ogni benedizione e, quando uno sceglie di non fidarsi di Dio, ma prova a cercare benedizioni altrove, perde le benedizioni di Dio.

Al serpente, che rappresenta Satana, Dio disse: “15 E io porrò inimicizia fra te e la donna e fra il tuo seme e il seme di lei; esso ti schiaccerà il capo, e tu ferirai il suo calcagno”.

Questa è una profezia di come il seme, ovvero il discendente della donna, avrebbe schiacciato il capo di Satana. In tutta la Bibbia si parla sempre delle persone come discendenti dei loro padri. Esiste solamente una persona nella storia che non ebbe un padre biologico e perciò era discendente o seme della donna: Costui è Gesù Cristo, nato da Maria quando lei era ancora vergine.

La maledizione sulla donna

Visto che Adamo ed Eva avevano scelto di non fidarsi di Dio, sono stati maledetti, ovvero hanno subito le conseguenze della loro scelta. Notate specificamente ciò che Dio dichiarò ad Eva in quanto questo ci aiuta molto a capire perché il matrimonio è oggi così disastroso .

Infatti, la scelta di Adamo ed Eva di non fidarsi di Dio è la chiave che spiega perché i matrimoni e gli altri rapporti sono così difficili e pieni di dolori al giorno d'oggi.

Leggo quello che Dio disse ad Eva, visto che lei aveva scelto di non cercare le benedizioni di Dio. La scelta di Eva si è trasmessa a tutte le donne nella storia. Leggo il v.16:

16 Alla donna disse: "Io moltiplicherò grandemente le tue sofferenze e le tue gravidanze; con doglie partorirai figli: i tuoi desideri si volgeranno verso il tuo marito, ed egli dominerà su di te". (Genesi 3:16 LND).

Prima di tutto, questo verso parla dei dolori che la donna avrà in gravidanza e nelle doglie. Poi c'è una dichiarazione che riguarda il matrimonio e che, a prima vista, potrebbe sembrare difficile da capirsi. Dio disse: “i tuoi desideri si svolgeranno verso il tuo merito, ed egli dominerà su di te.” Che cosa vuol dire? In realtà, queste parole spiegano perché è così difficile avere un matrimonio gioioso e benedetto.

Dio stesso ci dà il significato di queste parole nel capitolo seguente, dove troviamo le stesse parole in quello che Dio dichiara a Caino.

In quel passo, troviamo Caino e Abele, i due figli di Adamo ed Eva. Caino e Abele avevano fatto un'offerta a Dio. Abele aveva fatto come Dio aveva comandato e la sua offerta fu accettata. Al contrario, Caino fece di testa sua, non come Dio aveva comandato, e per questo Dio non accettò la sua offerta. Per questa ragione Caino fu irritato e arrabbiato. Anziché punirlo, Dio gli parlò per incoraggiarlo a riprendere la giusta via. Notiamo quello che Dio gli disse. Vi leggo da Genesi 4:7:

“Se fai bene non sarai tu accettato? Ma se fai male, il peccato sta spiandoti alla porta e i suoi desideri sono volti a te; ma tu lo devi dominare".” (Genesi 4:7 LND).

Dio dichiarò qui a Caino che il peccato lo stava spiando alla porta e i suoi desideri erano volti a lui. Queste sono le stesse parole che Dio stesso aveva detto alla donna , cioè che i suoi desideri si sarebbero rivolti verso suo marito.

Il significato è qui chiaro: nel dire che i desideri del peccato erano volti a Caino, Dio sta dicendo a Caino che il peccato voleva dominarlo e che, invece, doveva essere Caino a dominare il suo peccato.

Perciò, dire che i desideri della donna sarebbero stati volti verso suo marito, vuol dire che lei avrebbe tentato di dominare il marito.

Voler dominare il marito è, per la moglie, il contrario del ruolo benedetto che Dio aveva stabilito per il matrimonio.

Visto poi che la donna, andando contro il volere di Dio, cerca in vari modi di dominare suo marito, il marito domina per reazione su di lei, ma ovviamente non con amore.

Avete capito quello che abbiamo appena letto?

Quando Adamo ed Eva hanno scelto di non fidarsi di Dio, ma di cercare benedizioni altrove, hanno perso le benedizioni che solo Dio può dare, compresa la benedizione sul matrimonio. Il matrimonio fu trasformato da una fonte di grande benedizione ad una fonte di tensione e conflitto.

È importante capire questo per saper ritornare alle benedizioni.

Tutto quello che Dio ha creato era buono e perfetto, compreso il matrimonio. Quindi l'unico modo per avere un matrimonio benedetto come Dio intende è di vivere il matrimonio come è stato stabilito da Dio, il che è un frutto del fidarsi che la via di Dio è sempre la via giusta.

Detto in modo semplice: o ci fidiamo di quello che il nostro ragionamento dice e reputiamo questa essere la via giusta, o ci fidiamo di quello che Dio dichiara è stimiamo questa essere la via giusta.

In altre parole, abbiamo le benedizioni se scegliamo di credere che la legge di Dio, cioè il modo in cui Egli ha stabilito le cose, è la via giusta.

Solamente fidandoci di Dio possiamo essere benedetti da Dio. Ricordate che Dio è l'unica fonte di benedizioni.

In un certo senso, non è difficile capire il principio che Dio è l'unica fonte di benedizione. Basta pensare alla legge di Dio sulla natura. Dio ha stabilito le Sue leggi sulla natura, quelle che noi chiamiamo legge naturale. Quando gli uomini si informano su quello che la legge di Dio sulla natura dichiara e che riguarda quello che essi devono fare, se poi si sottomettono a quella legge, Dio elargisce la Sua benedizione e l'opera dell'uomo va a buon fine.

Per esempio, se un artigiano o un ingegnere ubbidiscono attentamente a tutte le leggi naturali date da Dio che riguardano i materiali che essi usano, quello che costruiscono funzionerà.

Se invece essi ignorano le leggi di Dio sulla natura, quello che costruiscono non funzionerà.

È molto raro vedere che un ingegnere o un artigiano non si informano a dovere delle leggi di Dio sulla natura prima di iniziare un lavoro.

Lo stesso principio vale anche nel campo spirituale e morale della vita. Dio ha stabilito la Sua legge e solamente conoscendo e seguendo la Sua legge possiamo avere le Sue benedizioni.

Questo vale anche per quanto riguarda il matrimonio.

Purtroppo, troppo spesso siamo ignoranti dei principi di Dio che riguardano i nostri rapporti, come il matrimonio, e perciò seguiamo i nostri ragionamenti anziché quello che Dio ci comanda. Ed è per questo che troppo spesso i nostri rapporti, soprattutto il matrimonio, non sono l'immensa benedizione che dovrebbero essere.

Dio volendo, nella prossima lezione vogliamo iniziare a vedere molto specificamente ciò che Dio insegna su come vivere il matrimonio in modo che sia grandemente benedetto da Dio.

A questo punto dico solo molto brevemente che Dio ha creato il matrimonio per essere un rapporto che rispecchia quello fra Gesù Cristo è l'insieme dei veri credenti, che la Bibbia chiama la Chiesa. Qui non stiamo parlando di un'istituzione umana, ma dell' insieme di tutti i veri salvati, in tutto il mondo e in tutta la storia.

Dio ci insegna nella Bibbia che il ruolo fra marito e moglie è una figura del ruolo di Cristo con la Chiesa. Quindi il matrimonio è un qualcosa di immensa ed eterna importanza.

Avremmo molto di più da dire riguardo a questo ma, in breve, la vera Chiesa si fida totalmente di Cristo, si sottomette a Lui in tutto ed Egli si sacrifica totalmente per il bene della Chiesa.

Pensando al matrimonio di Adamo ed Eva, prima che avessero peccato, prima che scelsero di non fidarsi di Dio, vivevano per fede in Dio, restando sottomessi a Lui in ogni cosa perché credevano nella Sua cura perfetta. Come parte di questo, la moglie aveva fiducia nel ruolo del marito di curarla teneramente e, perciò, restava sottomessa a lui, come la Chiesa, cioè i veri credenti, sono sottomessi a Cristo. Dal canto suo, invece, il marito si dedicava a curare teneramente la moglie.

Vivendo così, fidandosi di Dio, il matrimonio era un rapporto meraviglioso, con ruoli diversi per il marito e la moglie, ma condividendo un'immensa gioia insieme. Quello che loro avevano finché si fidavano totalmente di Dio era un matrimonio grandemente benedetto e pieno di gioia.

Dal momento che Adamo ed Eva hanno scelto di non fidarsi più di Dio, le cose cambiarono drasticamente per il peggio. Allontanandosi dalla via di Dio, essi hanno perso le benedizioni di Dio.

Di natura, tutti i loro discendenti, e perciò tutti noi, scegliamo la stessa brutta via. Di natura non vogliamo impegnarci a conoscere e a seguire la via di Dio perché preferiamo fidarci dei nostri ragionamenti.

E perciò, come Adamo e Eva, non conosciamo le benedizioni che solo Dio può dare ai nostri matrimoni, come al resto della nostra vita.

Questa è una brutta realtà ma, grazie a Dio, c'è una buonissima notizia. Chi cambia la direzione della sua vita e inizia a vivere per fede in Dio, credendo che la via di Dio è l'unica via giusta, credendo che solo Dio può benedire, può avere il suo matrimonio trasformato.

Infatti, lo scopo di questo corso è di aiutarti a comprendere come avere la tua vita, il tuo matrimonio, la tua famiglia e tutti i tuoi rapporti trasformati, affinché tu possa godere le benedizioni di Dio nei tuoi rapporti, come Dio li aveva creati all'inizio.

Prima di chiudere questo discorso su Adamo ed Eva, voglio leggere quello che Dio disse ad Adamo, l'uomo, dopo che egli ed Eva avevano peccato. Dio gli spiega quelle che sarebbero state le conseguenze della sua scelta di peccare contro Dio:

“17 Poi disse ad Adamo: "Poiché hai dato ascolto alla voce di tua moglie e hai mangiato dell’albero circa il quale io ti avevo comandato dicendo: "Non ne mangiare," il suolo sarà maledetto per causa tua; ne mangerai il frutto con fatica tutti i giorni della tua vita. 18 Esso ti produrrà spine e triboli, e tu mangerai l’erba dei campi; 19 mangerai il pane col sudore del tuo volto, finché tu ritorni alla terra perché da essa fosti tratto; poiché tu sei polvere, e in polvere ritornerai".” (Genesi 3:17-19 LND).

Prima di aver scelto di peccare, il lavoro dell'uomo era molto bello ed era senza alcuna fatica o difficoltà. Quindi il lavoro era una immensa benedizione, senza alcun lato negativo. Con la scelta dell'uomo di cercare di benedirsi per conto suo, anziché fidarsi di Dio, l'uomo ha perso quella benedizione meravigliosa. Invece di una benedizione, il suo lavoro diventò estremamente difficile, faticoso, pieno di difficoltà. E poi, come Dio aveva avvertito, poiché Dio mantiene sempre la parola, è entrata nel mondo la morte fisica che prima non esisteva. La scelta di cercare le benedizioni al di fuori di Dio ha provocato solamente del male.

Lezione per noi

Torniamo ora alla domanda che ho fatto all'inizio. Che cosa è successo per far diventare il matrimonio un rapporto pieno di difficoltà, anziché il rapporto estremamente benedetto che era all'inizio? La risposta è semplice: il fatto che l'uomo e la donna hanno scelto di peccare, ovvero di non fidarsi di Dio e perciò di non vivere come Egli aveva stabilito, ha causato tutto questo.

Entrambi hanno smesso di guardare a Dio per ricevere le benedizioni, preferendo cercare benedizioni in quello che Dio aveva vietato. Facendo così, hanno perso le benedizioni di Dio.

Sapere tutto questo rappresenta una buonissima notizia perché ci permette di capire come possiamo tornare ad avere matrimoni riccamente benedetti.

Per avere matrimoni benedetti, dobbiamo capire che solamente Dio può benedirci. Quindi, la chiave per avere rapporti benedetti e non solo dei rapporti ma la vita stessa benedetta, è di camminare per fede nella via di Dio, l'unico che può benedirci.

Ricordate quello che serve ad un artigiano per poter avere successo in quello che fa? Conoscere la legge di Dio e poi fidarsi di quella legge, ovvero, fidarsi di Dio.

Questa è la chiave anche per noi. Grazie a Dio, Egli vuole benedire l'uomo. E per questo Dio fa di tutto per permetterci di conoscere la Sua via per poter camminare in essa, ovvero di fidarci di Lui. In questo modo Egli ci ricolma con le Sue benedizioni.

Abbiamo quindi bisogno di conoscere le leggi di Dio che riguardano la nostra vita e il matrimonio, in modo che possiamo fidarci di Lui e camminare in tale via.

La mia viva preghiera è che ciascuno dei presenti in questo luogo farà proprio questo. Desidero per voi le benedizioni di Dio. Ciò che io sto cercando di fare è di aiutarvi a conoscere la legge di Dio nel campo dei nostri rapporti e, nelle prossime lezioni, specificamente per quanto riguarda il matrimonio.

Onorare il matrimonio

In realtà, ho preso molto tempo per fornirvi questa base. Ho fatto questo perché se noi non comprendiamo il motivo per il quale una cosa è importante, non la faremo, anche se sappiamo come farla. Se una persona sa fare qualcosa ma non ne capisce l'importanza, non la farà o, almeno, non sarà costante nel farla.

Similmente, se vi spiego in modo dettagliato come vivere il matrimonio in modo da essere benedetti, ed è proprio quello che ho in mente di fare, ma non capite a fondo l'importanza di questo impegno, non vivrete mai così.

È difficile cambiare il nostro modo di vivere i nostri rapporti. E, per questa ragione, dobbiamo essere convinti dell'importanza di cambiare.

Prego che siate convinti!

Partendo da tale base, siamo pronti a considerare i principi e la pratica fondamentale che occorre seguire per avere un matrimonio benedetto.

Il primo punto, e in un certo senso il più importante, è di onorare il matrimonio. Dio ci comanda di onorare il matrimonio. Solamente un matrimonio onorato può essere un matrimonio benedetto. Avrò molto da dire per spiegare cosa vuol dire in pratica onorare il matrimonio e come potete onorare meglio i vostri matrimoni, presenti per chi è già sposato, futuri per chi deve ancora sposarsi. Questo è un campo in cui la società non solo non ci aiuta, ma ci ostacola. Voglio che sappiate molto chiaramente come onorare il matrimonio.

Un altro principio che vedremo insieme è come avere gli stessi traguardi. Avrò anche molto da dire su tale discorso. Se una coppia ha traguardi diversi, è impossibile avere un matrimonio veramente buono e benedetto.

Parlerò molto di quello che Dio insegna essere il ruolo della moglie, sia illustrandone i principi che le applicazioni e poi di quello che è il ruolo del marito, di nuovo sia con principi che con le relative applicazioni.

Parlerò di come prendere decisioni in modo da unire maggiormente la coppia, anziché creare divisioni.

Questi saranno gli argomenti principali che vogliamo trattare nelle prossime lezioni.

Per ora chiudo ricordandovi e incoraggiandovi a valutare molto seriamente, insieme se siete sposati, quanto il matrimonio è importante. Parlate insieme dal fatto che è il rapporto umano più importante della vita e impegnatevi a voler lavorare veramente per far crescere e approfondire il matrimonio. Parlate del fatto che solamente Dio può benedirvi e che volete le Sue benedizioni anche nel matrimonio.

Se voi fate così, sono convinto che le verità che avrò da condividere le prossime volte vi saranno di immenso aiuto.

Facciamo assieme questa preghiera: o Signore nostro, ti ringrazio che tu hai creato il matrimonio, qualcosa di veramente meraviglioso. Il fatto che oggi il matrimonio è spesso pieno di problemi non è per causa Tua, piuttosto è per colpa nostra, perché viviamo agendo di testa nostra e non secondo i Tuoi principi.

Ti prego di aprire gli occhi di ciascuno di noi affinché possiamo comprendere l'importanza del matrimonio, nostro e quello degli altri, e affinché possiamo desiderare profondamente le benedizioni che Tu intendi donarci attraverso il matrimonio.

Fa' sì che possiamo ritornare pronti a scoprire le verità che Tu hai per noi nella tua Parola e a metterle in pratica.

Ti chiedo questo affinché possiamo conoscere la pienezza delle Tue benedizioni e che Tu sia glorificato.

Grazie per il tempo che ci hai concesso, è un altro dono che viene da Te.

Ti prego questo nel nome di Gesù Cristo. Amen!

email questo link