un sermone da Aiuto Biblico

Un sermone
dal Pastore Marco deFelice

Preghiamo che questo sermone ti sarà di aiuto a conoscere di più Dio per mezzo di Gesù Cristo, aumentando la tua fede.

Per stampare questo sermone, suggeriamo che torni in dietro e scegli la versione PDF, che è già impaginata da stampare.

Si usa Ctrl +   e  Ctrl -  per cambiare la grandezza dei caratteri

email questo link

Come Prendere Decisioni con Saggezza

Studio di Marco deFelice, www.aiutobiblico.org, per mercoledì, 3 luglio, 2013 --- cmd apb ----
parole chiavi: decisioni, saggezza, come decidere, volontà di Dio, consigli, consiglio

L'importanza delle nostre decisioni

Nella vita, le nostre decisioni sono di estrema importanza. Le nostre decisioni, piccole e grandi, determinano la direzione della nostra vita. Determinano dove viviamo, con chi passiamo il tempo, come pensiamo, cosa ci influenza e cosa facciamo. E perciò, ogni decisione è importante, per le conseguenze che produce.

Per esempio, la decisione in merito alla scuola superiore da frequentare, come anche eventualmente l'università, determina le persone che uno conoscerà, le influenze che uno avrà, già indirizza la vita in una certa direzione. Quindi come decisione, è estremamente importante.

La scelta delle nostre amicizie determina quale sarà la nostra compagnia, e solitamente questo determina chi sarà la persona che potremo eventualmente sposare. Inoltre, la Bibbia dichiara che la brutta compagnia corrompe i buoni costumi. Similmente, la buona compagnia edifica. Perciò la nostra scelta di amicizia influisce tantissimo sul nostro modo di pensare alla vita.

Ogni decisione che prendiamo può essere nel bene, o può essere nel male. Questo è vero anche se solitamente non è immediatamente visibile quello che è. Il fatto che una decisione sia buona o sbagliata spesso non è evidente per molto tempo. Ad esempio, se uno inizia una certa amicizia, un'amicizia negativa che influisce nel male, quell' influenza non è subito visibile. Infatti, solitamente l'influenza è una cosa graduale, che cambia la persona man mano nell'arco di un tempo più o meno lungo. E perciò, dopo poco tempo non si possono vedere grandi risultati. Per questo motivo, molto spesso non riconosciamo i pericoli delle nostre decisioni sbagliate.

Similmente, una decisione di un acquisto che non è saggio spesso non crea problemi subito. Infatti, tanti dei nostri problemi economici arrivano man mano, e sono frutto di una serie di decisioni sbagliate, prese nel tempo.

Le nostre decisioni di oggi possono cambiare la direzione della nostra vita drasticamente per anni. Per esempio, la scelta di una casa può cambiare moltissimo la vita di una famiglia. Se una famiglia decide che la moglie non debba lavorare, sceglie una casa più economica, oppure il marito sceglie di sacrificarsi lavorando più duramente per guadagnare di più permettendo alla moglie di restare a casa, chiaramente questo cambierà drasticamente l'andazzo della famiglia.

Similmente, se una famiglia sceglie di mantenere un certo tenore di vita ad un livello in cui uno stipendio non basta, la moglie sarà costretta a lavorare fuori casa, e questo cambierà drasticamente la loro vita familiare.

Se uno sceglie uno certo hobby, o sport, o altre attività che richiedono tempo, questo tempo inciderà su quanto tempo quella persona può dedicare per impegnarsi a crescere nel suo cammino con Cristo, per avere comunione che edifica con altri credenti, e per vivere alla gloria di Dio. E quindi, questa scelta che in sé potrebbe sembrare neutrale, potrebbe portare gravi danni spirituale a quella persona.

Similmente, la scelta di un lavoro o un campo di lavoro, o una carriera, inciderà moltissimo sulla vita di quella persona, e sulsuo cammino con Cristo. Per esempio, ci sono lavori in cui uno fa le sue ore, poi torna a casa e non deve più pensare al lavoro. Poi, ci sono lavori che in un certo senso non finiscono mai. La persona può continuare a pensare al lavoro anche quando torna a casa. Scegliere questo tipo di lavoro può creare grandissimi danni al cammino con Cristo. Quindi, quando si sceglie un lavoro, bisogna valutare il suo costo e la sua influenza sul cammino cristiano.

Il punto è capire che ogni decisione avrà delle conseguenze nella vita di quella persona, e spesso nella vita anche di altre persone. Se prendiamo una decisione con saggezza, porterà buoni frutti nella vita della persona. Se invece una decisione è presa senza capire la volontà di Dio, porterà brutte conseguenze nella vita, e brutti frutti. Grazie a Dio, possiamo ravvederci dopo aver preso una decisione sbagliata. Però, molto spesso è impossibile cancellare le brutte conseguenze che seguono una decisione sbagliata.

Quando noi prendiamo ogni decisione con saggezza, la nostra vita viene trasformata. Quando prendiamo le nostre decisioni con saggezza noi camminiamo nella via del Signore, e perciò abbiamo le benedizioni di Dio su di noi. Saremo ripieni di Spirito Santo, e conosceremo i frutti dello Spirito. Eviteremo tantissimi sbagli, eviteremo tantissime difficoltà, e tanti problemi, perché le nostre decisioni saranno prese secondo la volontà di Dio.

Grazie a Dio, quando prendiamo le decisioni con saggezza eviteremo tantissimi rimpianti. Quando decidiamo senza informarci bene per capire qual è la volontà di Dio, prima o poi avremo grandi rimpianti circa le nostre decisioni. Avremo tanta sofferenza che sarebbe stato possibile evitare, se avessimo preso decisioni migliori. Ci saranno tanti danni alle persone su cui la nostra vita influisce dovuti alle nostre decisioni non sagge.

Invece, quando prendiamo ogni decisione seriamente, e ci informiamo circa la volontà di Dio, e poi scegliamo in quella direzione, eviteremo quei problemi. E così, cammineremo nella luce.

Questa sarà una vita benedetta. Quindi, è estremamente importante prendere le nostre decisioni con saggezza.

Le basi per prendere decisioni sagge

Allora, prego che vi rendete conto che è importantissimo prendere decisioni con saggezza. Adesso, parliamo di come possiamo prendere decisioni con saggezza. Cosa ci serve per poter prendere decisioni sagge?

Prima di tutto, guardiamo alcuni principi che ci aiutano a capire quello che ci serve per poter prendere decisioni sagge.

Prima di tutto, guardiamo Matteo 6:33.

“ma cercate prima il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno sopraggiunte.” (Matteo 6:33 LND)

Ricordate il contesto di questo brano. Gesù ci sta parlando del fatto che non dobbiamo vivere preoccupandoci dei nostri bisogni materiali. Piuttosto, dobbiamo vivere cercando per primo, ovvero come priorità, il regno di Dio, e la sua giustizia. In altre parole, dobbiamo prendere ogni decisione valutando attentamente la decisione per capire quale direzione porterà più gloria a Dio, e sarà più conforme alla giustizia di Dio.

A livello pratico, questo vuol dire che quando abbiamo da prendere una decisione, dobbiamo necessariamente considerare come quella decisione incide sul nostro cammino con Dio, e come può promuovere o meno il regno di Dio. Questo dovrebbe essere l'aspetto principale da valutare quando prendiamo una decisione. Questo vale sia per una decisione apparentemente spirituale, come per esempio quale il libro cristiano leggere, sia per le nostre decisioni che riguardano cose come se fare o non fare una vacanza, e dove, cosa fare nel nostro tempo libero, come spendere i nostri soldi, come parlare dei nostri problemi, e ogni altra decisione.

Non confidare nel tuo ragionamento

Un aspetto molto importante di come prendere decisioni sagge è quello di non confidare nel tuo ragionamento. In altre parole, la persona veramente saggia non ha fiducia nel proprio intendimento. Vuole informarsi attentamente per capire qual è la volontà di Dio. È ben pronta ad ascoltare i consigli degli altri, addirittura, va in cerca di altri consigli. Leggo due brani da Proverbi che ci ricordano l'importanza di questo principio. Prima di tutto leggo Proverbi 14:12.

“C’è una via che all’uomo sembra diritta ma la sua fine sfocia in vie di morte.” (Proverbi 14:12 LND)

Quella che ci sembra la via giusta naturalmente, nella pratica è una via sbagliata, che sfocia in vie di morte. In altre parole di natura noi crediamo di capire quello che in realtà non comprendiamo. E se seguiamo quello che a noi sembra giusto, ci porterà un grande male.

Un altro brano dal libro di Proverbi che ci aiuta a non appoggiarci sul nostro intendimento è Proverbi 3:5-8. Ve lo leggo.

“5 confida nell’Eterno con tutto il tuo cuore e non appoggiarti sul tuo intendimento; 6 riconoscilo in tutte le tue vie, ed egli raddrizzerà i tuoi sentieri. 7 non ritenerti savio ai tuoi occhi, temi l’Eterno e ritirati dal male; 8 questo sarà guarigione per i tuoi nervi e un refrigerio per le tue ossa.” (Proverbi 3:5-8 LND).

Di natura, siamo pieni di orgoglio, e vogliamo credere di sapere molto più di quanto sappiamo. Questo si vede facilmente nei bambini e nei ragazzi, che non vogliono consigli. Vogliono fare per conto loro, anche se non hanno veramente l'idea di quello che stanno facendo. Ma purtroppo, non sono solo bambini e ragazzi che credono di sapere molto più di quello che sanno. Tantissimi adulti si appoggiano sul proprio intendimento. Non cercano i consigli dagli altri, non si informano bene, non sanno veramente quali sono i principi di Dio che riguardano la loro decisione. Però, credono di sapere già abbastanza per conto loro per decidere, e così, le loro decisioni portano tanti problemi nella loro vita.

La via della saggezza è quello di riconoscere l'Eterno in ogni via della vita, ovvero in ogni decisione, grande e piccola. Questo vuol dire cercare attivamente di capire quali sono i principi di Dio che riguardano quella decisione. Spesso, per fare questo possiamo avere bisogno di aiuto. Possiamo chiedere a coloro che conoscono meglio la Parola di Dio, e hanno più esperienza nel campo in cui dobbiamo prendere una decisione. Dobbiamo cercare attivamente di informarci per poter capire qual è la via del Signore. Quando noi camminiamo in quella, conosceremo le benedizioni di Dio.

Non ascoltare i consigli degli empi

Ho menzionato già varie volte che è importante cercare consigli da altri. Però, per prendere decisioni sagge dobbiamo anche capire quali consigli non dobbiamo cercare o usare. Spesso, capita che riceviamo consigli che non abbiamo neanche chiesto, non da persone che potrebbero veramente aiutarci, ma da persone che ci danno consigli che vanno contro i principi di Dio. Cioè, sto parlando di amici, parenti, colleghi, e compagni che non conoscono Dio. Un brano che parla di questo è Salmo 1. Leggo questo Salmo.

“1 Beato l’uomo che non cammina nel consiglio degli empi, non si ferma nella via dei peccatori e non si siede in compagnia degli schernitori, 2 ma il cui diletto è nella legge dell’Eterno, e sulla sua legge medita giorno e notte. 3 egli sarà come un albero piantato lungo i rivi d’acqua, che dà il suo frutto nella sua stagione e le cui foglie non appassiscono; e tutto quello che fa prospererà, 4non così sono gli empi; ma sono come pula che il vento disperde. 5 perciò gli empi non reggeranno nel giudizio, né i peccatori nell’assemblea dei giusti. 6 poiché l’Eterno conosce la via dei giusti, ma la via degli empi porta alla rovina.” (Salmo 1:1-6 LND)

Notate come inizia questo Salmo. Beato l'uomo che non cammina nel consiglio degli empi. È importante capire la definizione di empio. La Bibbia ci insegna che siamo tutti peccatori, tutti per natura, siamo empi. La Bibbia ci insegna che senza timore di Dio non si può neanche iniziare ad avere una vera saggezza. Perciò, gli empi non sono solamente quelle persone che la società considererebbe particolarmente cattive, nella Parola di Dio gli empi sono tutti coloro che non si sono ravveduti e non hanno posto la loro fede in Gesù Cristo. E quindi, quello che questo brano ci sta insegnando è che una persona che non ha Gesù Cristo non può darci saggi consigli per qualunque decisione che non sia strettamente pratica.

Cioè, per quanto riguarda una riparazione della mia macchina, su quale pezzo potrebbe servire, se il mio meccanico è un meccanico di fiducia e conosce bene le macchine posso fidarmi dei suoi suggerimenti. Invece, se si tratta di decidere se comprare una macchina nuova o prendere una macchina usata, un non credente, che biblicamente sarebbe un empio, non avrà a cuore il regno e la giustizia di Dio, e perciò il suo consiglio non sarà saggio. Non escludo che a volte c'è qualcuno con buon senno, e quindi questa non è una regola assoluta. Però, in linea generale per qualunque decisione che riguarda le scelte della vita, che possono influenzare il nostro cuore, e la nostra compagnia, i nostri traguardi, e altre cose simili, non dovremo cercare consigli da quelli che non conoscono Dio. Questo è una base molto importante e fondamentale per poter prendere decisioni sagge.

Cercare di capire la volontà di Dio

È anche estremamente importante che in ogni decisione, ci impegniamo a capire la volontà di Dio. Guardiamo insieme Efesini 5. In questo capitolo, troviamo un comandamento che ci spiega come vivere, specificamente come prendere le nostre decisioni. Leggete con me Efesini 5:8-17, notando quello che riguarda le nostre decisioni.

“8 un tempo infatti eravate tenebre, ma ora siete luce nel Signore; camminate dunque come figli di luce. 9 poiché il frutto dello spirito consiste in tutto ciò che è bontà, giustizia e verità, 10 esaminando ciò che è accettevole al Signore. 11 E non partecipate alle opere infruttuose delle tenebre, ma piuttosto riprovatele, 12 perché è persino vergognoso dire le cose che si fanno da costoro in segreto. 13 ma tutte le cose, quando sono esposte alla luce, divengono manifeste, poiché tutto ciò che è manifestato è luce. 14 perciò la scrittura dice: "risvegliati, o tu che dormi, risorgi dai morti, e Cristo risplenderà su di te". 15 badate dunque di camminare con diligenza non da stolti, ma come saggi, 16 riscattando il tempo, perché i giorni sono malvagi. 17 non siate perciò disavveduti, ma intendete quale sia la volontà del Signore.” (Efesini 5:8-17 LND)

Notate che dobbiamo camminare come figli di luce, facendo ciò che è pieno di bontà, giustizia, e verità. Perciò in ogni decisione dobbiamo valutare le nostre scelte per vedere se rispecchiano la volontà di Dio, la giustizia di Dio, e le verità di Dio. Questo non è qualcosa che si fa con leggerezza. Richiede vero impegno. Infatti, come vedremo fra alcuni minuti, non succede senza un impegno specifico, e spesso l'appoggio anche di altri.

Continuando nel brano, dice di esaminare ciò che è accettevole al Signore. La parola esaminare descrive un'azione che non è veloce o superficiale. Se tu pensi di esaminare un oggetto, per considerare attentamente se è o non è idoneo ad un certo lavoro, lo fai con cura e attenzione. Questo brano ci comanda di esaminare le nostre decisioni, riconoscere quelle che sono veramente accettevoli al Signore, quelle che piacciono a lui. Per poter fare questo dobbiamo valutare seriamente non solo la decisione in sé, ma dobbiamo considerare anche dove essa ci porterà. Dobbiamo considerare il costo, non solo in soldi, ma anche in tempo, e in quello che essa porterà al nostro cuore. Dobbiamo considerare se ci spingerà più vicino oppure no a Dio. Dobbiamo considerare se promuoverà il regno di Dio o no.

Il brano continua e dice:

badate dunque di camminare con diligenza non da stolti, ma come saggi, 16 riscattando il tempo, perché i giorni sono malvagi.

Dobbiamo stare in guardia per camminare con diligenza, cioè per valutare attentamente ogni decisione. Questo per non camminare da stolti, cioè non valutando attentamente le nostre scelte, ma piuttosto per camminare come saggi. Il modo di camminare in saggezza e di riscattare il tempo. Viviamo in un tempo malvagio. Le decisione tipiche nella nostra società sono decisioni stolte. Non tengono conto dell'eternità. Non sono prese per la gloria di Dio. E perciò sono piene di stoltezza. Non dobbiamo camminare con stoltezza, sprecando il dono prezioso del tempo. Piuttosto dobbiamo camminare in saggezza, riscattando, ovvero usando bene, il tempo che Dio ci ha dato.

Poi, nel versetto 17 conclude dicendo: "non siate perciò disavveduti, ma intendete quale sia la volontà del Signore.”

Di nuovo ci avverte di non essere disavveduti, ovvero stolti. Piuttosto dobbiamo impegnarci per poter intendere quale sia la volontà del Signore. Questo descrive una vita in cui si valuta attentamente ogni decisione per capire qual è la volontà di Dio in quella decisione. Non è qualcosa che si può fare con velocità, né con leggerezza. Richiede una profonda conoscenza della parola di Dio, e anche esperienza nel poter valutare i principi della parola di Dio che si applicano alle decisioni che state prendendo. Lo scopo è di capire, o come dice qui intendere, qual è la volontà del Signore.

In altre parole, in ogni decisione dovremo capire quale sia la volontà di Dio, in modo da scegliere quella.

Passi per prendere decisioni sagge

A questo punto, vorrei parlare di alcuni passi pratici che possono aiutarci a prendere decisioni con saggezza. Ognuno di questi passi è fondamentale per prendere decisioni sagge.

Informarsi bene

In ogni decisione, bisogna informarsi bene prima di prendere la decisione. Infatti, se c'è uno sbaglio gravissimo che spesso facciamo, che rende gli altri passi impossibili da compiere, è quello di non informarsi bene.

Cioè, se io devo prendere una decisione in un campo che non conosco bene, è impossibile prendere una decisione saggia finché non mi sarò bene informato. Cioè, come posso valutare i principi di Dio, se non so i vari fattori che riguardano la mia decisione?

Informarsi non è una cosa automatica, e non è sempre tanto facile. Richiede impegno e tempo. Ma è estremamente importante, e ci permette di poter scegliere bene.

Vi descrivo qualche breve esempio.

Una delle decisioni più importante della vita è quella che una famiglia deve prendere in merito a quale scuola superiore frequentare. La scelta della scuola superiore è estremamente importante, e mette lo studente sulla via che determinerà molto della sua vita. La scelta della scuola determinerà la direzione che quella persona prenderà per quanto riguarda il lavoro, e le compagnie, e tante altre scelte.

Allora, spesso lo studente e la famiglia non si informano a fondo. Magari per loro basta quello che dice la scuola, e qualche professore. Ma dobbiamo capire che la scuola e i professori non hanno come base le verità di Dio, non hanno timore di Dio, e perciò, non vedono la vita tramite il filtro della verità di Dio. Non capiscono e non seguono gli insegnamenti di Dio per la famiglia e per la vita. Quindi, non ha senso confidare ciecamente in quello che dice la scuola o i professori.

Quello che dovrebbe fare piuttosto la famiglia sarebbe informarsi molto più di quanto si può sapere dalla scuola. Dovrebbero cercare persone esperte in quel campo, molto meglio se sono credenti. Insieme allo studente, dovrebbero valutare le motivazioni del figlio. Dovrebbero scoprire quali sono le influenze che circolano in quella scuola, e anche in quel campo di lavoro. In altre parole dovrebbero essere più informati possibili.

Se questo è importante per quanto riguarda la scelta della scuola superiore, quanto più è importante essere ben informati per quanto riguarda la decisione se frequentare o no l'università, e se sì, quali facoltà. Di nuovo, i consigli e professori valgono pochissimo, visto che il loro valore e il loro traguardi non affondano nei principi di Dio.

Per esempio, sarebbe importante fare ricerche e scoprire quanti studenti iniziano l'università e poi non terminano gli studi Sarebbe importante capire qual è la media di anni che serve per prendere la laurea. Di solito è molto più di quella che risulta dal programma. Bisogna poi informarsi su quali sono le reali possibilità di lavoro per le varie lauree. In realtà, ci sono tantissimi adulti che hanno preso la laurea e non riescono a trovare lavoro nei loro campi. A quel punto, lavorando in altri campi, che non riguardano per nulla la loro laurea, hanno speso anni e tanti soldi, oltre al guadagno che hanno perso, e tutto ciò non ha portato benefici.

Ma ancora più importante sarebbe informarsi sull'influenza che l'università ha sulla maggioranza degli studenti. In realtà, in tantissimi ragazzi essa crea, o per meglio dire fortifica, un forte egoismo. La mentalità della maggioranza degli studenti universitari è che devono studiare, e quindi non possono pensare tanto agli altri. Visto che poi tanti non studiano come dovrebbero in anticipo, negli ultimi giorni o settimane prima dell'esame cercano di studiare come dei matti, trascurando tante altre persone e cose. Informarsi vorrebbe dire leggere degli studi che dimostrano che questo tipo di studio in realtà non produce buoni risultati, ma molto peggio, crea un grande egoismo che è difficile cambiare dopo. Quando si aggiunge a questo il fatto che di solito tante persone studiano non per quattro anni, ma anche sei o sette o otto o nove anni, questo stile di vita diventa normale per loro.

Quindi, per poter prendere sagge decisioni bisogna informarsi. E purtroppo, tanti credenti sono molto mancanti in questo campo. Cercano di decidere nella loro ignoranza.

Quindi, uno dei passi più grandi che si può fare per prendere decisioni sagge e quello di veramente informarsi, prima di iniziare a valutare la decisione.

Riconoscere quali sono i principi di Dio

Un altro aspetto per prendere decisioni sagge è riconoscere quali sono i principi di Dio che si applicano ad una decisione. Abbiamo visto vari versetti che si applicano ad ogni decisione. Per esempio, la Bibbia ci insegna di cercare per primo il regno di Dio e la sua giustizia. Perciò dobbiamo sempre valutare come una certa decisione coinvolge il regno di Dio, perché è nostro impegno di vivere alla gloria di Dio.

Poi, ad esempio, c'è il principio di amare il nostro prossimo come noi stessi. Quindi, dobbiamo considerare come questa decisione riguarda le altre persone nella nostra vita. Che bene o male farà loro.

Ci sono altri principi. Per esempio, una decisione potrebbe ostacolarmi dal frequentare gli incontri della Chiesa? La Bibbia ci insegna a non mancare alle nostre comuni adunanze. Quindi, salvo per certi tipi di lavori come infermieri e dottori e altri lavori che riguardano la cura delle persone, questo sarebbe un principio da tenere in considerazione.

Ci sono tanti altri principi di Dio. Il punto non è elencare tutti i principi, ma dire che per prendere una decisione saggia dobbiamo considerare i principi di Dio. E qui, è importante ricordare che molto spesso non riconosciamo tutti i principi che si possono applicare. E per questo, è estremamente importante chiedere consigli e aiuto a coloro che conoscono meglio di noi la parola di Dio. Se no, può essere impossibile per noi prendere una decisione buona e saggia.

Riconoscere le motivazioni del cuore

Un altro passo estremamente importante per poter prendere decisioni sagge è quello di valutare onestamente le motivazioni del tuo cuore. Cioè, se tu hai davanti a te una decisione, qual è la vera motivazione del tuo cuore? Stai veramente cercando di piacere a Dio? Stai veramente cercando di portare gloria a lui? Oppure, la tua motivazione è legata ad orgoglio, o pigrizia, o egoismo, o concupiscenza, o qualcos'altro che è peccato?

Allora, c'è da dire che spesso il nostro cuore ci inganna. Perciò molto spesso è utile avere a fianco un'altra persona disinteressata che può aiutarti a valutare le motivazioni del tuo cuore. Cioè, è utile parlare della tua decisione, e di quelle che sono le tue motivazioni, in modo che la persona disinteressata può aiutarti a riconoscere quali sono le tue motivazioni. Chiaramente, se riconosci che le tue motivazioni non sono pure, allora dovresti ravvederti, e sottometterti a Dio.

Riconoscere le conseguenze a lunga scadenza

Un altro aspetto importante per prendere decisioni con saggezza è considerare seriamente quali possono essere le conseguenze a lunga scadenza di quella decisione. Molto spesso, si valuta una decisione solamente in base ai fattori che riguardano le cose più immediate, o al massimo qualche anno in avanti. E perciò, spesso non si valuta come queste decisioni possono influenzare la vita a lungo andare. Questo è grave, e porta a grossi errori nel prendere le decisioni.

Non è sempre facile considerare quali saranno le conseguenze a lunga scadenza. Per esempio, parliamo di genitori e di figli. Per i genitori, è davvero difficile riconoscere quali saranno le conseguenze da qui a dieci, quindici o vent'anni in avanti nella vita dei loro figli, in merito alle decisioni che stanno prendendo oggi. Ma è fondamentale valutare questo.

Anche in questo caso l'aiuto degli altri è estremamente utile e importante. Per esempio, per i genitori con figli piccoli, è molto utile e importante cercare l'esperienza di coloro che hanno anni di esperienza con figli. Questo è un esempio in cui è molto importante che ci sia un forte rapporto fra persone di varie generazioni. Chiaramente il solo fatto che uno abbia una certa età non vuol dire che ha saggezza. Però, quando ci sono credenti di una certa età che sono riconosciuti per la loro saggezza, possono essere di immenso aiuto a quelli più giovani per poter valutare le conseguenze a lunga scadenza delle decisioni che devono prendere. Chiaramente, se quelli più giovani sono molto aperti a consigli, e hanno timore di Dio, per conto loro possono crescere nella saggezza al punto che anche loro possono arrivare ad essere di immenso aiuto alla generazione successiva.

Quindi, è importante considerare quali possono essere le conseguenze a lunga scadenza di una decisione. Solo così si può valutare se la decisione veramente porta gloria a Dio o no.

Considerare come una decisione riguarda il regno di Dio

Ci sarebbero varie altre cose da considerare, ma per tempo chiudo con un altro passo fondamentale per poter prendere decisioni sagge. Dobbiamo anche considerare come questa decisione promuove o no il regno di Dio e la sua giustizia. Ricordate che Gesù ci comanda di cercare per primo il regno di Dio e la sua giustizia. Per primo non vuol dire solo in senso di tempo, ma soprattutto in senso di importanza. Dobbiamo avere come primo traguardo quello di promuovere il regno di Dio e la sua giustizia.

Perciò in ogni decisione bisogna considerare attentamente come questa decisione riguarda il regno di Dio. Bisogna valutare come potrebbe promuovere o ostacolare la giustizia di Dio. Questa deve essere una delle considerazioni più importanti da tenere in mente quando si prende una decisione.

Anche in questo caso, spesso è utile avere l'aiuto di altri. Se la decisione è una che si è già presa tante volte, potrebbe essere abbastanza facile valutare come c'entra con il regno di Dio. Invece, se è una decisione che non è stata presa spesso da quella persona o quella famiglia, potrebbe essere estremamente utile per loro avere aiuto nel valutare come quella decisione potrebbe promuovere o meno il regno e la giustizia di Dio.

In ogni caso, è estremamente importante che questa sia una delle considerazioni principali per ogni decisione.

Applicazione pratica

Vorrei chiudere con qualche breve suggerimento a livello pratico. Abbiamo visto insieme vari brani che ci danno importanti principi che riguardano le nostre decisioni. Abbiamo anche visto un elenco di considerazioni da valutare in ogni decisione.

In realtà, molto spesso le nostre decisioni vengono prese con poca vera considerazione. Facendo così, è quasi inevitabile che sbaglieremo grandemente, con gravi conseguenze per la nostra vita e anche per la vita delle persone a noi care. Abbiamo bisogno di prendere nuovi abitudini su come prendere le nostre decisioni.

Potrei suggerire che sarebbe utile per ogni decisione di un certo livello avere un quaderno dove si scrivono i vari aspetti che ho menzionato qui, eventuali altri che uno potrebbe pensare, e valutare in modo ordinato e profondo ogni decisione. Cioè in altre parole non solo parlare un po' a caso, ma avere un elenco di queste valutazione, e considerare ciascuna alla luce di quella decisione. Dove sarebbe utile avere informazioni o consigli da altri, per valutare le conseguenze, per avere informazioni, o per riconoscere principi biblici, sarebbe meglio da cercare quelle persone, e prendere appunti di ciò che dicono che si può fare per poi valutare più a fondo la decisione.

Cioè, visto che le nostre decisioni sono così importanti, non sono da prendere con superficialità o alla buona. Sono da prendere con la massima serietà, con vero impegno, con umiltà e un profondo desiderio di comprendere e di fare la volontà di Dio.

Dio volendo, cercherò di rendere disponibile questo studio in forma scritta al più presto, in modo che può essere usato come base per aiutarvi a valutare le decisioni che dovete prendere.

Soprattutto, prego che possiamo riconoscere l'importanza delle nostre decisioni. Prego che inoltre possiamo desiderare di ben capire quale sia la volontà di Dio in ogni decisione.

Quando viviamo così, cercando la gloria di Dio nelle nostre decisioni, Dio ci guiderà, Dio ci mostrerà la sua volontà, e Dio ci benedirà grandemente quando camminiamo nella sua luce. O che possiamo camminare nella luce, per essere una luce brillante nel mondo.

email questo link